Angelino Alfano: “Fiorito è fuori dal partito, no a ladri e rubagalline”

Pubblicato il 16 settembre 2012 17:03 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2012 17:08
Angelino Alfano (LaPresse)

Angelino Alfano (LaPresse)

ROMA  – ”Per noi Fiorito è già fuori dal partito. In vista del Consiglio regionale di domani chiederemo alla presidente Polverini di cancellare le norme e gli atti amministrativi che hanno reso possibile che i gruppi consiliari potessero ricevere questi soldi senza dovere dare giustificazioni ad alcuno”.

Lo afferma il segretario del Pdl Angelino Alfano riferendosi alla vicenda dei fondi del gruppo del Pdl al Consiglio regionale del Lazio. ”Il Pdl farà la propria parte fino in fondo – ammonisce – perchè non ha nulla a che fare con ladri, rubagalline e mascalzoni. Non siamo preoccupati di un nuovo ‘caso Lusi’ ma di quello che toglie prestigio alla politica”.

Alfano ha ribadito: ”Non ci interessa il giudizio che verrà dalla magistratura. Fiorito dobbiamo cacciarlo da soli perchè con il Pdl lui non ha nulla a che fare. Faremo piazza pulita da soli dove sarà necessario farla”. E, rilevando che ”da quanto leggo dai giornali pare che quanto avveniva era una sorta di ‘così fan tutte’, il segretario del Pdl ammonisce: ”Nessuno dall’altra parte può darci lezioni, ma il fatto che così fan tutte non giustifica nessuno”.