Alfano e le vacanze scontate Valtur, l’avvocato al Fatto: “Così diffamate”

Pubblicato il 18 Giugno 2013 10:17 | Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2013 10:17

Alfano e le vacanze scontate Valtur, l'avvocato al Fatto: "Così diffamate"ROMA – L’avvocato di Angelino Alfano, Fabio Roscioli, scrive al Fatto Quotidiano per replicare e smentire la vicenda delle vacanze Valtur scontate o regalate ai vip della politica. Fabio Roscioli chiede infatti la rettifica delle affermazioni contenute nell’articolo del Fatto “Vacanze pagate, Alfano batte Schifani 3 a 2” in cui, a commento del procedimento sul patron della Valtur Carmelo Patti per i suoi asseriti rapporti con la famiglia mafiosa dei Messina Denaro, viene inserito Alfano, il cui nominativo emergerebbe dagli “accertamenti disposti dal pm Andrea Tarondo che svelano gli asseriti rapporti tra il ministro dell’Interno e vice premier Angelino Alfano e il cavaliere Patti. Rapporti con tanto di vacanze pagate, oppure a prezzo stracciato, meta il Villaggio Valtur di Favignana”.

Scrive l’avvocato di Alfano:

Quanto esposto dal giornalista è falso e diffamatorio, poiché l’On. Alfano nessun rapporto ha intrattenuto con Carmelo Patti sebbene lo abbia conosciuto, non è coinvolto nell’inchiesta condotta dalla magistratura trapanese, non ha mai dimorato nel Villaggio Valtur di Favignana e nessuno gli ha mai pagato le vacanze. In occasione di taluni soggiorni ha semplicemente conseguito sconti previsti da catalogo (prenotazioni con anticipo e minori nella stessa camera) o normalmente praticati per politica commerciale a personaggi pubblici (e, dunque, anche a giornalisti e comici). L’inserimento dell’On. Alfano nel quadro di favori e opache relazioni descritto nell’articolo e l’improprio richiamo a un’indagine della DIA, forniscono una rappresentazione falsa e gravemente diffamatoria, e, pertanto, si diffida formalmente dal riutilizzare le frasi e le affermazioni sopra riportate per altri futuri articoli.

Ma il Fatto Quotidiano poi replica e ci tiene a precisare:

Il vicepremier Angelino Alfano ha ragione: non è sotto indagine ed è stato ospite di tre villaggi Valtur all’estero, e mai presso quello di Favignana, pagando quei soggiorni a prezzo scontato. E francamente è questo quello che è stato scritto sul suo conto. per riassumere. Secondo gli elementi in possesso della magistratura, che ha acquisito questi dati sui soggiorni gratis o scontati per i politici, per ricostruire i movimenti finanziari del gruppo Valtur. Sono tre le fatture riguardanti l’on. Angelino Alfano, Capodanno 2009 alle Mauritius, costo 18 mila euro scontato di poco meno di 4 mila euro; Capodanno 2010 alle Maldive, costo 12 mila euro, sconto poco meno di 5 mila euro, agosto 2011 in Grecia, costo 13 mila euro, sconto da 3.500 euro.