Anm: “La responsabilità civile dei magistrati è un tentativo di intimidazione”

Pubblicato il 2 Febbraio 2012 14:48 | Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio 2012 14:54

ROMA – La norma approvata alla Camera sulla responsabilita’ civile delle toghe e’ ”con tutta evidenza un tentativo di intimidazione nei confronti della magistratura”. Lo dice all’Ansa il segretario dell’Anm,Giuseppe Cascini. E’, aggiunge, ”una norma incostituzionale”, una ”mostruosita’ giuridica”che il Senato dovra’ cancellare.

”Pensavamo che la stagione degli attacchi e delle aggressioni ai magistrati in coincidenza con lo svolgimento di processi a carico di autorevoli esponenti della politica fosse alle nostre spalle”, continua Cascini. ”Invece registriamo con preoccupazione l’approvazione di una norma incostituzionale, che non ha paragoni in nessun ordinamento democratico del pianeta”.

”La responsabilita’ civile diretta del giudice – dice ancora il segretario dell’Anm – e’ una mostruosita’ giuridica che ha come unico effetto quello di intimorire il giudice e di indebolire la tutela dei diritti. Noi ci auguriamo – conclude Cascini – che il Senato cancelli questa disposizione contraria alla Costituzione, alla normativa europea e al buon senso”.