Annalisa Chirico: “Al Paese reale non interessa la mia cena. Ho votato Renzi, ma non Zingaretti”

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Gennaio 2019 15:52 | Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2019 15:52
Annalisa Chirico: "Al Paese reale non interessa la mia cena. Ho votato Renzi, ma non Zingaretti"

Annalisa Chirico: “Al Paese reale non interessa la mia cena. Ho votato Renzi, ma non Zingaretti”

ROMA – “Ho votato Renzi, ma ora il Pd non lo voto più. Soprattutto se vince Zingaretti”. Parola di Annalisa Chirico, la giornalista del Foglio finita al centro delle cronache per la sua chiacchieratissima cena, organizzata dal suo movimento Fino a prova contraria, dove erano presenti, tra gli altri, anche il vicepremier Matteo Salvini e la deputata Pd Maria Elena Boschi.

Ai microfoni della Zanzara, in onda su Radio 24, la Chirico risponde alquanto seccata sull’argomento: “Al paese reale della mia cena e dei presunti baci non frega un cazzo – ha detto – Salvini prende le percentuali che prende perché il resto del sistema è completamente avviluppato su se stesso. Ma non hanno niente di meglio da fare…Comunque si sono dati due baci sulla guancia come chiunque si saluta. Dai, su…Fa ridere l’idea che Salvini e la Boschi possano fare un patto a una cena con 250 ospiti. Al Fatto, e non solo, sono malati e imbarazzanti. Hanno terrorizzato i magistrati coi messaggi”.

La giornalista illustra le sue idee politiche: “Nella mia vita ho votato radicali e Renzi l’ultima volta. Ma per il Pd non voterei più, soprattutto se vince Zingaretti che è un passo indietro”. Oggi, sembra particolarmente attratta da Matteo Salvini, con il quale tra l’altro era stata avvistata a cena la sera dopo la sua rottura con Elisa Isoardi: “Lui è bravissimo, ma deve abbandonare questo sovranismo folkloristico”. Quanto alla ridiscesa in campo di Berlusconi e la sua candidatura alle Europee spiega: “Berlusconi è un fuoriclasse, un highlander della politica, uno che è stato perseguitato dai magistrati. Non capisco perché alla sua età si debba sottoporre a una campagna elettorale. Si goda la vecchiaia, che è arrivata una certa…”.

Non altrettanto gentili le sue parole su Alessandro Di Battista: “Ha parlato di ancien regime riferendosi alla cena, ma lui è un fan del regime castrista e di Castro, si metta a studiare la storia”. Ne ha pure per Marco Travaglio: “Apra la testa, viaggi un po’, non resti chiuso in redazione o nelle stanze dove fa il karaoke”. 

Su droga e cannabis Annalisa Chirico ha idee libertarie: “Sono a favore della legalizzazione della droga leggera, meglio togliere il commercio alla mafia. E non tutte le droghe sono uguali. E ovviamente, lo pensa anche Salvini, è il caso di legalizzare la prostituzione e tassarla. Legalizzare il sex working, sono tanti i prostituti maschi che esercitano sul web”.

Quanto alla sua vita privata, Annalisa Chirico non ha legami: “Adesso sono single…e magari adesso mi apro al mondo dei trentenni e dei quarantenni”. A proposito dei suoi piedi e di ritocchini estetici: “Tu Cruciani hai detto che ho dei piedi orrendi…ma non è vero, me l’hanno chiesto in tanti e ho dovuto postare una foto su Instagram. Ho dei piedi bellissimi. Ritocchini? Avevo una gobbetta sul naso che ho tolto, ma se ne può parlare in modo laico della chirurgia plastica? Perché una donna si deve vergognare se si ritocca il naso o altro?”. 

Anzi anche sulle donne, la giornalista ha idee alquanto sfrontate: “La seduzione fa parte della vita e ogni donna può usarlo per gli scopi che vuole. Abbiamo fatto le battaglia femministe al grido di il corpo è mio e lo gestisco io. Se le donne vogliono usare il loro corpo per convincere il datore di lavoro, o per ottenere qualcosa da un intervistato, oppure per convincere il fidanzato a non andare dalla suocera non capisco quale è il problema?”.