Anno giudiziario, Severino cita Falcone e ringrazia Napolitano

Pubblicato il 28 Gennaio 2012 10:47 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2012 12:48

CATANIA, 28 GEN – ”In Sicilia la criminalita’ organizzata rende diverso e piu’ oneroso il lavoro quotidiano, impone di tenere alta l’attenzione per evitare coinvolgimenti in circuiti di malaffare o peggio infiltrazioni dentro le istituzioni”.

Lo afferma il ministro Paola Severino nella cerimonia di apertura dell’anno giudiziario a Catania. ”Qui si vive in prima linea – aggiunge – e i risultati lusinghieri sono stati pagati a caro prezzo dai servitori dello stato. A chi mi chiede chi me lo fa fare rispondo come Falcone: lo spirito di servizio”.

”Desidero – ha aggiunto il ministro – rivolgere il mio deferente saluto al signor presidente della Repubblica, la cui costante attenzione verso la concreta attuazione dei lavori istituzionali in materia di giustizia costituisce un essenziale punto di riferimento nella nostra quotidiana attivita”’.

”Dallo stato delle carceri si misura il livello di civilta’ di un Paese” anche perchélo Stato non ripaga mai con la vendetta ma vince con il diritto e l’applicazione scrupolosa di regole e legge”, ha detto quindi il ministro.  ”E’ il modo migliore – ha concluso Severino – per dimostrare ai criminali l’intima diversita’ tra legalita’ della nostra democrazia e ogni forma di intollerabile arbitrio”.