Di Pietro: “Nichi, se mi lasci sei un traditore”

Pubblicato il 1 agosto 2012 16:00 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2012 16:09
di pietro

Antonio Di Pietro

ROMA – Antonio Di Pietro tradito da Nichi Vendola, che ha deciso di mollare il patto di Vasto e allearsi con il Pd di Pier Luigi Bersani e l’Udc di Pier Ferdinando Casini. La notizia arriva come una botta dietro al collo per il leader dell’Idv che infatti dice incredulo: ”Credo che sia difficile, direi impossibile, per Sel, il partito di Nichi Vendola, rompere con l’Italia dei Valori, perché vorrebbe dire rompere con le battaglie in difesa del lavoro. Mi rifiuto di pensare che Vendola possa rinunciare alle nostre battaglie sui diritti dei lavoratori”. Tradotto: Nichi, se mi lasci sei un traditore.

”L’alleanza vera – scrive il leader Idv – si fa sui programmi. Oggi noi siamo andati in Corte di Cassazione e abbiamo depositato due quesiti referendari, sull’art. 18 e sull’art. 8, entrambi in difesa dei lavoratori: quelli licenziati ingiustamente e quelli a cui viene tolto il contratto collettivo di lavoro”.

”Credo – prosegue – che sia difficile, direi impossibile, per Sel, il partito di Nichi Vendola, rompere con l’Italia dei Valori, perché vorrebbe dire rompere con le battaglie in difesa del lavoro. Chi pensa di fare a meno dell’IdV nella costruzione di una nuova area riformista, di una coalizione che mette insieme sviluppo e solidarietà, pensa forse di poter fare a meno degli elettori. Anche dei suoi elettori. Mi rifiuto di pensare che Vendola possa rinunciare alle nostre battaglie sui diritti dei lavoratori”.