Apertura 3 giugno, De Luca: “Decisioni prese su spinte e pressioni di varia natura”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Maggio 2020 20:44 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2020 20:45
De Luca: "Apertura generalizzata? Non si comprende ragione"

De Luca: “Apertura generalizzata? Non si comprende ragione” (foto ANSA)

NAPOLI – “Davvero non si comprende quali siano le ragioni di merito che possano motivare un provvedimento di apertura generalizzata e la non limitazione della mobilità, nemmeno per le province ancora interessate pesantemente dal contagio”.

Lo ha scritto in un post su Facebook il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ribadendo quanto detto ieri, nel corso della consueta diretta, in merito alla ripresa della mobilità tra le regioni.

“Si ha la sensazione – ragiona – che per l’ennesima volta si prendano decisioni non sulla base di criteri semplici e oggettivi, ma di spinte e pressioni di varia natura. Si poteva decidere semplicemente che i territori nei quali nell’ultimo mese c’era stato un livello di contagi giornalieri superiore a un numero prefissato (200 – 250 – 300), fossero sottoposti a limitazioni nella mobilità per un altro breve periodo”.

In ogni caso De Luca assicura che la Campania “valuterà le decisioni del governo, se e quando saranno formalizzate” e adotterà, “senza isterie e in modo responsabile, insieme ai protocolli di sicurezza già vigenti, controlli e test rapidi con accresciuta attenzione per prevenire, per quanto possibile, il sorgere nella nostra regione di nuovi focolai epidemici”. (fonte AGI)