Attacco Siria, Gentiloni: “Non è partito da basi italiane”

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 aprile 2018 11:12 | Ultimo aggiornamento: 14 aprile 2018 17:00
Attacco Siria, Gentiloni: "Non è partito da basi italiane"

Attacco Siria, Gentiloni: “Non è partito da basi italiane”

ROMA – L’Italia non ha partecipato all’attacco in Siria da parte di Usa, Regno Unito e Francia.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Ci ha tenuto a precisarlo il premier Paolo Gentiloni, in conferenza stampa da Palazzo Chigi per fare il punto sulla crisi siriana. Gentiloni ha spiegato che “il supporto logistico che forniamo agli Stati Uniti, in questo caso particolare abbiamo insistito e chiarito che non poteva in alcun modo tradursi nel fatto che dal territorio italiano partissero azioni direttamente mirate a colpire la Siria”.

“Non è il momento dell’escalation – ha aggiunto il presidente pro tempore del Consiglio – è il momento di mettere al bando le armi chimiche, della diplomazia e del lavoro per dare stabilità e pluralismo alla Siria dopo sette anni di un conflitto tormentato e terribile”.

“L’azione circoscritta, mirata a colpire” le armi chimiche, “non può e non deve essere l’inizio di un’escalation. Questo è quanto l’Italia ha ribadito nei giorni scorsi e continuerà a ribadire”, afferma Gentiloni.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other