Aumento Iva, Stefano Fassina: “Evitarlo facendo pagare Imu 2013 a case di lusso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 settembre 2013 16:20 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2013 16:20
Aumento Iva, Stefano Fassina: "Evitarlo facendo pagare Imu 2013 a case di lusso" (LaPresse)

Stefano Fassina, Pd, viceministro dell’Economia (LaPresse)

ROMA, 18 SET – Far pagare l’Imu sugli immobili di lusso per evitare l’aumento dell’Iva: è la proposta del pd Stefano Fassina, viceministro dell’Economia: ”rivediamo l’intervento sull’Imu. Confermiamo la cancellazione per il 90% dei proprietari e lasciamo contribuire il 10% delle abitazioni di maggior valore”. Lo ha detto Fassina, spiegando che così si recuperano 2 miliardi, da usare anche per la deducibilità per i capannoni.

L’aumento dell’Iva dal 1 Ottobre – dice Fassina – peserebbe negativamente sull’economia. Non c’è dubbio. Va evitato. Ma non vi sono gli spazi di finanza pubblica per affrontare entro la fine dell’anno Iva, Imu, cassa integrazione in deroga, missioni internazionali e interventi per rispettare il limite del 3% di deficit sul Pil. Un impegno, si ricordi, assunto dal Governo Berlusconi non da Letta o Saccomanni. È necessario, quindi, scegliere”.

Rivedendo l’intervento sull’Imu, lasciando la tassa sul 10% delle prime case di maggior valore, ”recuperiamo due miliardi di euro. Un miliardo lo utilizziamo per rinviare l’aumento dell’Iva; un miliardo lo dedichiamo alla deducibilità dell’Imu per i beni strumentali delle imprese”.