Auto blu: resistere, resistere, resistere. Solo 700 in meno, Madia dà i 10 giorni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Febbraio 2015 12:10 | Ultimo aggiornamento: 6 Febbraio 2015 12:14
Auto blu: resistere, resistere, resistere. Solo 700 in meno, Madia dà i 10 giorni

Auto blu: resistere, resistere, resistere. Solo 700 in meno, Madia dà i 10 giorni

ROMA – Auto blu, la strategia è una sola: resistere, resistere, resistere. In un anno solo 700 auto blu sono state tagliate e ora Marianna Madia, ministro della Pubblica amministrazione, dà il suo ultimatum. Dieci giorni per adeguarsi al taglio delle auto blu e non uno di più. L’obiettivo è noto: tagliare da 1600 a 95 il parco auto.

Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera scrive:

“Che «le autoblu messe all’asta in varie tranche su eBay sono andate tutte vendute» e che sono state bruscamente ridotte le macchine della Presidenza del Consiglio e dei ministri senza portafoglio che intorno alla presidenza gravitano.

Le auto, che fino all’anno scorso sarebbero state una quindicina nel cortile e nei parcheggi annessi più altre 115 in un autoparco, «sono state ridotte a 11: una per Renzi, tre per i tre ministri, le altre gestite via via che servono per Graziano Delrio e gli altri sottosegretari o dirigenti che ne abbiano bisogno per motivi d’urgenza». Bastano? «Sì. Si è visto che bastano»”.

Il taglio alle auto blu è iniziato nel 2014, quando risultavano essere 4.273 al censimento di Renato Brunetta, contro le 3.510 censite dalla Madia, delle quali 2.553 di proprietà e le altre in leasing. Sono dunque solo 763 le auto in meno, spiega Stella, che sottolinea come le resistenze ai tagli siano fortissime:

“«L’articolo 2 dà attuazione al comma 2 del sopra citato articolo 15 del decreto-legge n. 66 del 2014. Il comma 1 prevede che le amministrazioni centrali dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, ivi comprese le strutture di cui si avvale ciascun Ministro senza portafoglio, le Forze di polizia, le Forze armate e le Agenzie governative nazionali, comprese le agenzie fiscali, possono disporre, in uso non esclusivo, di un numero massimo di 5 autovetture di servizio, secondo determinati criteri, ovvero:

a) 1 autovettura se il numero di dipendenti in servizio presso l’amministrazione è inferiore o pari a 50 unità;
b) 2 autovetture se il numero di dipendenti in servizio presso l’amministrazione è compreso tra 51 e 200 unità;
c) 3 autovetture se il numero di dipendenti in servizio presso l’amministrazione è compreso tra 201 e 400 unità;
d) 4 autovetture se il numero di dipendenti in servizio presso l’amministrazione è compreso tra 401 e 600 unità;
e) 5 autovetture se il numero di dipendenti in servizio presso l’amministrazione è superiore a 600 unità»”.