Auto “sobrie” per i ministri di Monti: tedesche, asiatiche e niente Alfa

Pubblicato il 21 Febbraio 2012 18:31 | Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio 2012 18:32

ROMA – Auto “sobrie” per ministri “sobri”: secondo quanto dichiarato dai componenti del governo Monti, i ministri non hanno vetture di lusso nel proprio parco auto. Primeggiano auto tedesche e asiatiche, e non mancano quelle piuttosto “attempate” (Francesco Profumo e Enzo Moavero hanno auto del 2001, Piero Giarda “solo” una Ibiza del 2002, la Fornero ha una Toyota Aygo).

Sei auto sono italiane, ma niente Alfa Romeo: solo Fiat e Lancia. Andrea Riccardi e Lorenzo Ornaghi hanno detto di non avere auto, mentre tra le (due) moto primeggia l’Harley Davidson di Giulio Terzi.

Paola Severino 

Una Daihatsu del 2006 e una Toyota del 2009

Corrado Passera

Una Mercedes A180 immatricolata nel 2010

Mario Ciaccia

Una Wolkswagen Sharan del 2000, una Porsche Carrera del 2003 e una Fiat Cinquecento del 2007.

Elsa Fornero

Una Toyota Aygo del 2011

Vittorio Grilli

Una Rover, una Jaguar e una Volkswagen

Filippo Patroni Griffi

Una Bmw 320, una Ford Fiesta Plus e una Toyota Yaris.

Giulio Terzi

Una Ford Focus e una Golf, ma anche una moto, una Harley-Davidson 883 del 2005.

Annamaria Cancellieri

Una Toyota Land Cruiser

Giampaolo Di Paola

Una Mercedes Classe B immatricolata nel 2009 e una Volkswagen Polo immatricolata nel 2004.

Francesco Profumo

Una Lancia Lybra del 2001

Piero Giarda

Una Seat Ibizia del 2002.

Corrado Clini

Una Fiat 500 immatricolata nel 2010

Renato Balduzzi

Una Subaru b9 Tribeca, una Multipla e una Panda

Piero Gnudi

Una Fiat Stilo del 2003 e un’Audi A3 del 2008

Fabrizio Barca

Una Renault New Kangoo

Enzo Moavero Milanesi

Una Lancia Y del 2001.

Mario Catania

Una Volkswagen Golf 1600 cc. del 2004