Ballottaggi: centrosinistra festeggia Gualtieri sindaco a Roma e Lo Russo a Torino. Dipiazza vince a Trieste

di Daniela Lauria
Pubblicato il 18 Ottobre 2021 20:09 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2021 20:09
Ballottaggi: centrosinistra festeggia Gualtieri sindaco a Roma e Lo Russo a Torino. Dipiazza vince a Trieste

Ballottaggi: centrosinistra festeggia Gualtieri sindaco a Roma e Lo Russo a Torino. Dipiazza vince a Trieste (Foto Ansa)

A spoglio ultimato il centrosinistra festeggia Roberto Gualtieri e Stefano Lo Russo nuovi sindaci di Roma e Torino. A Trieste vince invece il centrodestra con Roberto Dipiazza.

Il centrosinistra ha vinto in oltre metà delle venti città, fra capoluoghi di Regione e di Provincia, andati al voto per eleggere il sindaco nella tornata di amministrative conclusa oggi, 18 ottobre, con i ballottaggi. Ne ha conquistate 13, e oltre a Milano, Bologna e Napoli, conquistate al primo turno, il bottino si è arricchito di Roma e Torino, reduci entrambe da cinque anni di amministrazione M5s.

Nel 2016 dei sei capoluoghi di Regione il centrosinistra aveva riportato la vittoria solo a Milano con Beppe Sala e Bologna con Virginio Merola, mentre il M5s si era imposto a Torino e Roma con le sindache Chiara Appendino e Virginia Raggi. A Napoli aveva vinto Luigi De Magistris al ballottaggio sul centrodestra, mentre quest’ultimo aveva conquistato Trieste con Dipiazza, oggi confermato.

Ultimo aggiornamento ore 20:09

Ballottaggi, en plein del centrosinistra

L’en plein del centrosinistra nei capoluoghi di regione oggi sfuma solo per il risultato di Trieste, dove ha vinto la coalizione di centrodestra. Il centrosinistra si conferma anche a Varese, dove non riesce il ribaltone alla Lega, che si vede sfilare anche Savona.

Al ballottaggio la coalizione progressista vince a Latina, Caserta, Cosenza e Isernia, dopo averlo fatto al primo turno anche a Ravenna e Rimini. Il centrodestra chiude queste elezioni con 4 capoluoghi, confermandosi a Pordenone, Novara e Grosseto.

Sono liste civiche quelle che hanno vinto a Salerno (d’area di centrosinistra) e a Benevento, dove si è imposto nuovamente Clemente Mastella.

Ma il leader della Lega, Matteo Salvini, sminuisce la sconfitta: “Se uno viene eletto da una minoranza della minoranza è un problema non per un partito, ma per la democrazia”.

“Centrodestra esce sconfitto alle amministrative: non riusciamo a strappare al centrosinistra le grandi città”, dice la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. “Ma da sconfitta a debacle, è eccessivo. Debacle è del M5s, il Pd sta festeggiando sulle spoglie degli alleati grillini”.

“Grande soddisfazione, i risultati delle proiezioni stanno confermando le percezioni che avevamo. Il centrosinistra unito vince quasi ovunque”, ha detto Francesco Boccia, responsabile enti locali del Pd, commentando il voto.

Ballottaggio Roma, Gualtieri: “Ci metterò tutto il mio impegno” 

Al ballottaggio per le comunali di Roma vittoria schiacciante del candidato del centrosinistra Roberto Gualtieri, al 60,15%, mentre Enrico Michetti, candidato del centrodestra è fermo al 39,85%.

Gualtieri festeggia il risultato nella sede del suo comitato elettorale: “Sono onorato – dice ringraziando gli elettori – ci metterò il mio impegno. Sarò il sindaco delle romane, dei romani e di tutta la città. Inizia un lavoro straordinario per rilanciare Roma e per farla crescere, per farla diventare più inclusiva e per farla funzionare”.

Ballottaggio Torino, Lo Russo: “Il mio vice sarà una donna”

Al ballottaggio per le comunali a Torino Stefano Lo Russo (centrosinistra) è eletto con il 59,2%, Paolo Damilano (centrodestra) si ferma al 40,8%.

“Non nego l’emozione”, sono state le prime parole di Lo Russo che segue lo spoglio dal suo comitato elettorale. “Questa vittoria la dedico a una persona che per me è stato un maestro, un padre, una guida, don Aldo Rabino”. Salesiano, storico cappellano del Torino, è stato il sacerdote, morto nel 2015, ad avviare Lo Russo al volontariato e alla politica.

Lo Russo annuncerà la sua giunta il prossimo 25 ottobre: “Il mio vice sarà una donna come la maggior parte degli assessori”, ha promesso. “Caratteristica che dovranno avere è la competenza specifica della materia di cui dovranno occuparsi. Mi assumo sin da ora la piena responsabilità delle persone che individuerò”.

Ballottaggio Trieste, Dipiazza: “Ho vinto io”

Scenario ribaltato a Trieste, divenuta capitale dei No Green Pass in questi giorni. Il sindaco uscente di Trieste Roberto Dipiazza vince col 51,3%, mentre Francesco Russo, candidato del centrosinistra si ferma al 48,7%.

Roberto Dipiazza è eletto, per la quarta volta, sindaco di Trieste. Candidato del centrodestra, ha vinto il ballottaggio contro il candidato del centrosinistra, Francesco Russo, autore tuttavia di una incredibile rimonta.

E’ stato lo stesso Dipiazza ad intestarsi la vittoria: “Ho vinto io”, ha detto in collegamento in diretta con l’emittente televisiva TeleQuattro, quando mancavano ancora sei sezioni al termine dello spoglio ed era in vantaggio di circa tre punti. Russo partiva da quasi 16 punti di svantaggio.

Ballottaggi, affluenza al 43,94%

Alla chiusura dei seggi è del 43,94% l’affluenza alle urne rilevata per il turno di ballottaggio nei 63 Comuni centri chiamati al voto (il dato diffuso dal Viminale non tiene conto delle comunali in corso in Friuli Venezia Giulia).

Al primo turno alla chiusura dei seggi aveva votato il 52,67%. Dunque ha votato molto meno della metà degli elettori, con un calo di circa 9 punti percentuali rispetto all’affluenza, pur bassa, di due settimane fa.