Ballottaggi exit poll: a Roma e Torino in vantaggio Gualtieri e Lo Russo (centrosinistra). Testa a testa a Trieste

di Daniela Lauria
Pubblicato il 18 Ottobre 2021 15:25 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2021 15:26
Ballottaggi exit poll: a Roma e Torino in vantaggio Gualtieri e Lo Russo (centrosinistra). Testa a testa a Trieste

Ballottaggi exit poll: a Roma e Torino in vantaggio Gualtieri e Lo Russo (centrosinistra). Testa a testa a Trieste (Foto Ansa)

Urne chiuse in Italia: cosa dicono gli exit Poll dei ballottaggi per le comunali a Roma, Torino, Trieste. I risultati nelle principali città italiane chiamate al secondo turno per l’elezione del sindaco. 

Sono 5 milioni i cittadini italiani chiamati al voto e 10 i comuni capoluogo al ballottaggio: Roma, Torino, Trieste, Varese, Savona, Latina, Benevento, Caserta, Isernia e Cosenza.

Ballottaggio Roma, Exit Poll: Gualtieri al 59-63%, Michetti al 37-41%

In base al primo Exit poll del consorzio Opinio Italia per la Rai, al ballottaggio per le comunali di Roma, Roberto Gualtieri (centrosinistra) sarebbe in netto vantaggio sull’avversario raggiungendo una forchetta tra il 59 e il 63 mentre Enrico Michetti (centrodestra) è tra il 37 e il 41.

In base al primo Instant Quorum/youTrend per SkyTg24, al ballottaggio per le comunali a Roma il candidato Roberto Gualtieri (centrosinistra) raggiunge una forchetta tra il 58 e il 62, mentre Enrico Michetti (centrodestra) ha il 38-42.

Ballottaggio Torino, Exit Poll: Lo Russo 56-60%, Damilano 40-44%

Scenario simile a Torino dove, in base al primo Exit poll del consorzio Opinio Italia per la Rai, Stefano Lo Russo (centrosinistra) raggiunge una forchetta tra il 56 e il 60 mentre Paolo Damilano (centrodestra) si attesta tra il 40 e il 44.

Ballottaggio Trieste, Exit Poll: Dipiazza e Russo testa a testa

A Trieste, in queste ore divenuta capitale dei No Green Pass, la situazione è invece ancora incerta con un testa a testa: in base al primo Exit poll del consorzio Opinio Italia per la Rai, al ballottaggio per le comunali di Trieste, Roberto Dipiazza (centrodestra) e Francesco Russo (centrosinistra) si attestano entrambi tra il 48 e il 52.