Ballottaggi Sicilia: vincono Movimento 5 Stelle, sinistra e astensione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Giugno 2013 16:36 | Ultimo aggiornamento: 24 Giugno 2013 21:07
Ballottaggi Sicilia: vincono il Pd, il Movimento 5 Stelle e l'astensione

Ballottaggi Sicilia: vincono il Pd, il Movimento 5 Stelle e l’astensione (LaPresse)

MESSINA – Il centrosinistra non riconferma ai ballottaggi in Sicilia i risultati positivi del primo turno, anche se quando perde lo fa a vantaggio di un candidato del Movimento 5 Stelle, Federico Piccitto, a Ragusa o di un candidato della sinistra radicale come Renato Accorinti a Messina.

Altissima l’astensione: a Siracusa è addirittura crollata di 31 punti (un 35% scarso è andato a votare al secondo turno), a Modica e a Ragusa è calata di 20 e 15 punti, portandosi in entrambi i casi sotto il 50%.

Ragusa: il trionfo del Movimento 5 Stelle. Federico Piccitto, sostenuto da Sel e La Destra oltre che da M5S, ha sfiorato il 70%. Giovanni Cosentini, appoggiato da Pd e Pdl, si è fermato al 30,5%.

Messina: vittoria a sorpresa del candidato “No Ponte” Renato Accorinti nella sfida tutta a sinistra con Felice Calabrò, candidato Pd sostenuto da un ampio schieramento comprendente anche l’Udc. Calabrò al primo turno aveva mancato la vittoria diretta per soli 59 voti. E aveva 21 mila voti di vantaggio su Accorinti, insegnante di educazione fisica, attivista pacifista e antimafia. Con 253 sezioni scrutinate su 254, Accorinti ha ribaltato il risultato del primo turno prendendo  52,24% contro il 47,72% dei voti.

Siracusa: in vantaggio Giancarlo Garozzo, candidato del Pd che raccoglie finora il 52,5% dei consensi, su Ezechia Paolo Reale, candidato sostenuto da liste civiche che ha preso il 47,5%.