Barbara Berlusconi: “Papà non è un santo? Un politico non può permettersi distinzioni tra vita pubblica e privata”. E ce n’è anche per Franceschini

Pubblicato il 4 Agosto 2009 15:58 | Ultimo aggiornamento: 4 Agosto 2009 16:18

Figlia rispettosa ma non concorde con tutto ciò che fa papà. È Barbara Berlusconi, 25 anni, madre di due bambini. A prevedibile domanda sulla “non santità” del genitore, risposta imprevista e non scontata: «Non credo che un uomo politico possa permettersi la distinzione tra vita pubblica e vita privata». Barbara Berlusconi si racconta a Vanity Fair.

«Penso che una società esprima un senso della morale comune. I rappresentanti politici che sono chiamati a ben governare, a far prosperare la comunità, sono anche tenuti a salvaguardare i valori che essa esprime, possibilmente a elevarli».

Sulla vicenda Noemi si dice “stupita”: «Sono legami psicologici di cui non ho esperienza. Non ho mai frequentato uomini anziani. È una dimensione che non ha mai fatto parte del mio quotidiano. La mia storia è quella di una ragazza che ha vissuto la sua giovinezza in modo sereno e normale». Vita agiata, sta finendo gli studi in filosofia, è cresciuta tra l’affetto della madre Veronica e quello dei suoi fratelli, ma interrogata su possibili contrasti riguardo il patrimonio di famiglia, Barbara Berlusconi nega: «A oggi non c’è nessuna lotta. E, se mio padre è uomo giusto ed equo, non ce ne saranno nemmeno in futuro».

Sul divorzio sorvola e parla di dolore citando solo Veronica: «Sono sicura che lo sia stato per la mamma. Però di certo – prosegue – in trent’anni di vita insieme, hanno sempre avuto a cuore il reciproco bene». Infine la frase del segretario Pd Franceschini (“Fareste educare i vostri figli da Berlusconi?”). Barbara risponde: «Non credo ce l’avesse con noi, non la ritengo grave o insultante… certo era un attacco personale e non solo politico, negava a mio padre la capacità di essere tale… parole travisabili, mi sono limitata a osservare che i valori che mi ha trasmesso la mia famiglia sono quelli che mi hanno permesso di crescere con il rispetto di me stessa e degli altri… quei valori che Franceschini avrà trasmesso ai suoi figli».

Le chiedono anche perché non sposa Giorgio Valaguzza, il padre dei suoi figli. Risposta serena: «Siamo una coppia felice che non avverte l’esigenza del matrimonio. Un colpo di fulmine, otto anni fa…».