Belpietro: “Berlusconi scelga Casini come erede”

Pubblicato il 5 Novembre 2010 9:56 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2010 10:45

Berlusconi scelga come erede Casini, è ”l’unica possibilità”. A sostenerlo è Maurizio Belpietro, direttore di Libero, in un’intervista al Corriere della Sera. Una possibilità però decisamente impossibile in quanto Berlusconi risulta in ogni caso essere incompatibile con ogni tipo di erede, almeno per ora.

”Con Casini ci sono state delle sofferenze – ammette Belpietro – ma io penso sia una cosa superabile. Anche anche il rapporto umano è importante, non è logorato come quello con Fini, il problema rimane la Lega” che preme per il federalismo ma ormai i decreti attuativi sono in dirittura d’arrivo.

Secondo Belpietro, se cadesse il governo, il Presidente Napolitano farebbe quello che prevede la Costituzione ma ”se qualcuno si presentasse dicendo: abbiamo la maggioranza, cosa dovrebbe fare? Il risultato sarebbe un governo tecnico che fa una legge elettorale proporzionale e frantuma il quadro politico”.

Il direttore di Libero è convinto che anche a Casini convenga fare un accordo con il premier e la Lega, ”piuttosto che con quattro o cinque alleati”. Belpietro afferma che Berlusconi ”non può andare avanti così. Tutti sappiamo – dice – e penso anche lui che difficilmente farà un’altra legislatura da premier. Tanto vale fare un accordo adesso”.

5 x 1000

L’ipotesi di Belpietro è quella che Bossi non indicherà il candidato premier successore di Berlusconi ma piuttosto ”farà la Padania con le regioni e il federalismo, molto più che con un governo centrale. Bossi chiederà la Lombardia e magari altro ancora – conclude – non il candidato premier”.