Le strane ‘voci’ di Belpietro su Fini. La procura di Trani apre un’indagine conoscitiva

Pubblicato il 27 Dicembre 2010 11:56 | Ultimo aggiornamento: 27 Dicembre 2010 12:19

La procura presso il tribunale di Trani aprirà un’indagine conoscitiva (senza ipotesi di reato) dopo l’editoriale firmato dal direttore di Libero, Maurizio Belpietro, secondo il quale vi sarebbe un progetto per colpire il presidente della Camera, Gianfranco Fini, durante una visita istituzionale ad Andria, grosso comune della neo provincia Barletta-Andria-Trani. Lo si apprende da fonti giudiziarie.

Secondo il direttore di Libero, chi vorrebbe colpire Fini ”si sarebbe rivolto a un manovale della criminalità locale, promettendogli 200mila euro”. Il prezzo – riporta Libero – comprenderebbe ”il silenzio sui mandanti, ma anche l’impegno di attribuire l’organizzazione dell’agguato ad ambienti vicini a Berlusconi, così da far ricadere la colpa sul presidente del Consiglio”.

Per il quotidiano ”l’operazione punterebbe al ferimento di Fini e dovrebbe scattare in primavera, in prossimità delle elezioni, così da condizionarne l’esito”. Il procuratore di Trani Carlo Maria Capristo in mattinata dovrebbe esaminare l’articolo di stampa e affidare alla polizia giudiziaria una delega di indagine, all’esito della quale deciderà come procedere.