Beppe Grillo attacca la Boldrini: “Studi la Costituzione. Non capisce le mie parole”

Pubblicato il 9 Giugno 2013 20:41 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2013 21:10
Beppe Grillo (LaPresse)

Beppe Grillo (LaPresse)

ROMA – “La Boldrini, ‘nominata’ alla Camera per grazia di Vendola, ha un piccolo problema. Non legge le mie dichiarazioni prima di parlare o, cosa più grave, non è in grado di capirle”. Lo scrive Bebbe Grillo sul suo Blog.

E aggiunge: “Studi la Costituzione, cara Boldrini, e la legga attentamente prima di commentare le mie parole a uso suo e dei partiti. Il M5S vuole da sempre la centralità del Parlamento. Il resto sono balle”.

Il leader di M5s si riferisce alle parole pronunciata dalla Boldrini (“le dichiarazioni di Beppe Grillo colpiscono la democrazia”) pronunciate all’indomani dell’accusa lanciata da Grillo contro il Parlamento tromba maleodorante “inutile che può anche chiudere”. 

In un post in cui la Boldrini viene definita “la principessa sul pisello”, Grillo ricorda all’ex portavoce Onu che “ha un piccolo problema. Non legge le mie dichiarazioni prima di parlare o, cosa più grave, non è in grado di capirle”. Il leader del Movimento 5 Stelle sostiene di aver difeso il Parlamento che “da vent’anni viene spogliato dei suoi poteri, sanciti dalla Costituzione, senza che nessun partito abbia da ridire”, riferendosi alla legge elettorale che consente a deputati e senatori di essere semplicemente “”nominati” dai partiti”.

Secondo l’ex comico, il Parlamento prende ordini dai partiti. M5s, invece, “vuole da sempre la centralità del Parlamento. Il resto sono balle”.

Alle accuse di Grillo ha risposto Nichi Vendola: “Grillo sa solo insultare e offendere, senza rispetto né per le persone né per le Istituzioni democratiche. Piena solidarietà a Laura Boldrini”.