Beppe Grillo: “La democrazia è superata. Estrazione a sorte dei parlamentari”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 luglio 2018 12:59 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2018 12:59
Beppe Grillo a Ian Bremmer: "La democrazia è superata. Estrazione a sorte dei parlamentari"

Beppe Grillo: “La democrazia è superata. Estrazione a sorte dei parlamentari”

ROMA – Secondo Beppe Grillo la democrazia è superata: “Meglio una estrazione casuale di parlamentari” [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. Il fondatore del Movimento 5 Stelle è stato intervistato dal giornalista americano Ian Bremmer. Sostanzialmente il pensiero di Grillo è in linea con quanto detto alcuni giorni fa da Davide Casaleggio, secondo cui il Parlamento in futuro sarà inutile.

Ecco le domande (e le risposte) più interessanti dell’intervista.

Ian Bremmer: Molti dicono che la democrazia diretta potrebbe essere controllata dall’alto da poche persone. É un pericolo vero?

Beppe Grillo: Siamo all’inizio di qualcosa, qualcosa di diverso, il mondo sta cambiando. Questi nuovi sistemi operativi possono coinvolgere le persone in un referendum ogni settimana, direttamente dalle loro case. É una idea che continua ad evolvere, siamo partiti da zero, oggi ci sono migliaia di persone registrate, forse votano la metà, ma stiamo migliorando, è un working in progress.

Ian Bremmer: Quindi pensi che le istituzioni politiche, il modo di fare politica che esiste ora debba scomparire?

Beppe Grillo: Dobbiamo capire che la democrazia è superata. Che cos’è la democrazia quando meno del 50% va a votare. Se prendi il 30% del 50%, hai preso il 15%. Oggi sono le minoranze che gestiscono i Paesi. Probabilmente la democrazia deve essere sostituita con qualcos’altro, magari con un’estrazione casuale. Io penso che potremmo scegliere una delle due camere del Parlamento così. Casualmente. In maniera proporzionata per età, sesso, reddito, del Sud, del Nord, cosicché queste persone rappresentino veramente il Paese.