Beppe Grillo elogia Salvini: “Fa le cose per davvero”. Quando diceva che era la Casta

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 giugno 2018 11:13 | Ultimo aggiornamento: 27 giugno 2018 11:13
Beppe Grillo elogia Salvini: "Fa le cose per davvero". Quando diceva che era la Casta

Beppe Grillo elogia Salvini: “Fa le cose per davvero”. Quando diceva che era la Casta

ROMA – Matteo Salvini è “uno che fa le cose per davvero”. Nel suo spettacolo a Cuneo, il primo da quando M5s e Lega sono insieme al governo, Beppe Grillo spende parole di elogio per il leader del Carroccio. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] E pensare che fino a qualche tempo fa, Salvini finiva spesso nel tritacarne grillino insieme a tutti gli altri odiatissimi esponenti della casta.

Poi è arrivato il governo Conte col contratto giallo-verde e tutto è cambiato. A notare la discrepanza è Claudio Imarisio sul Corriere della Sera che annota le battute più salienti. Se Matteo Renzi resta “una metastasi dalla quale finalmente il mio corpo è riuscito a liberarsi”, l’altro Matteo è diventato “uno che sta facendo le cose, per davvero”.

Grillo salta pure sul carro contro i migranti e sul suo blog attacca l’attore Claudio Amendola, “reo” di aver detto di non voler vivere in un Paese che chiude i porti.

“Tutti quanti confidano nelle differenze fra noi e la Lega – afferma il comico – perché sono come fantasmi che non riescono a toccare palla: non gli resta che sfogarsi e invocare disgrazie. Gente che campa pubblicizzando il gioco d’ azzardo augura a noi ogni male possibile, non vogliono vivere in un paese con i porti chiusi, forse temono qualche bisca di Stato in meno”. E ancora: “Ringhiano che siamo fascisti, hanno perso qualunque contegno”.

A Salvini, Grillo riconosce pure il “merito” di aver spazzato via il Pd:

“Riconosco che la parte del leone, nel togliere di mezzo il Pd dai comuni di quasi tutto il paese, non è stata nostra, non è una vittoria del MoVimento. Ma la rabbia disperata dei sodali del Pd, ridotti a pregare per le disgrazie e a tifare per le buche a Roma, è davvero impressionante”.