Beppe Grillo in Senato. Piattaforma leggi online ma sull’impeachment “decido io”

Pubblicato il 28 Ottobre 2013 18:46 | Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2013 18:46
Beppe Grillo contro Napolitano "anziano". Decisioni online ma non l'impeachment

Beppe Grillo contro Napolitano “anziano”. Decisioni online ma non l’impeachment

ROMA  – Beppe Grillo contro Napolitano “anziano”. Decisioni online ma non l’impeachment. Giunto a sorpresa in Senato, Beppe Grillo ha incontrato i suoi deputati, ma senza diretta streaming. Quindi la scoppiettante conferenza stampa, dove ha attaccato le larghe intese e ribadito la necessità di tornare al voto subito, “in qualsiasi modo”. Continua poi la polemica con il presidente della Repubblica, “l’anziano Napolitano” di cui continua a chiedere l’impeachment perché “si chiude in una stanza per parlare di legge elettorale con 4-5 persone, ma scherziamo?”

La novità di giornata è la presentazione della applicazione per gli iscritti che consente loro di discutere e votare le proposte di legge, anche perché, ha ricordato, sul tema dell’immigrazione “non si può decidere in 4 o 5, si decide con un referendum”. La cosa non vale per l’impeachment:  “Su questo decido io”. Sul futuro politico italiano Grillo veste i panni della Cassandra di turno: “Nel 2015 qualsiasi governo vada su è già morto perché dovremo fare una revisione di spesa da 50 miliardi. Uno di noi dovrà andare davanti alla Bce, alla Merkel e al Fmi e dire non ci stiamo più. Rimettiamo in discussione tutti gli accordi che abbiamo firmato”.

Quanto ai partiti italiani la diagnosi non cambia: “Se i partiti non ci sono più è grazie al M5S che ha affrettato la loro dissoluzione”.