Beppe Grillo ironizza sul mandato zero di Di Maio e cita Julio Iglesias: “Se mi lasci non vale”

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Luglio 2019 19:46 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2019 10:29
Il tweet di Beppe Grillo sul mandato zero

Il tweet di Beppe Grillo sul mandato zero

ROMA  – “Il mandato ora è in corso è il primo di un lungo viaggio… ma di andarmene a casa non ho proprio il coraggio…”: Beppe Grillo ironizza così in un tweet sull’introduzione del cosiddetto mandato zero annunciata ieri da Luigi Di Maio nell’ambito della riorganizzazione del M5S. L’ex comico genovese accompagna le sue parole con un link a un pezzo di Julio Iglesias dal titolo evocativo: “Se mi lasci non vale”. 

Lunedì 22 luglio il capo politico M5s e vicepremier Di Maio aveva annunciato la deroga al tetto dei due mandati per i consiglieri comunali.

La deroga ad una dei pilastri del Movimento ha dei paletti ben precisi, ha spiegato lo stesso ministro dello Sviluppo economico: “Se tu vieni eletto consigliere comunale o di municipio al primo mandato e lo porti avanti tutto e poi decidi di ricandidarti e non diventi né presidente di municipio né sindaco, allora il tuo secondo mandato, quello precedente non vale”, spiega Di Maio.

In questo caso, ha chiarito il vicepremier, il primo mandato si chiamerà “mandato zero”. La deroga però non vale per chi è sindaco, cioè per chi ha “gestito potere o prende uno stipendio pieno”.

La notizia ha però lasciato irrisolto un dubbio sulla sorte della sindaca di Roma, Virginia Raggi, che, al primo mandato, non ha completato i 5 anni e poi è stata eletta sindaco. Raggi, infatti, quando era consigliere in Campidoglio non completò neppure la metà del mandato perché la giunta Marino cadde. Sicura, invece, l’esclusione della sindaca di Torino Chiara Appendino.  (Fonti: Ansa, Twitter)