Grillo a Treviso, la piazza è vuota: “Paese in macerie, noi protezione civile”

Pubblicato il 17 Maggio 2013 0:27 | Ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2013 0:44
Beppe Grillo (LaPresse)

Beppe Grillo (LaPresse)

TREVISO  – ”Noi questo paese ce lo dobbiamo prendere come la Protezione Civile perché sarà un paese in macerie”. Lo ha detto a Treviso Beppe Grillo, nel corso di un comizio elettorale per il sindaco Alessandro Gnocchi.

Ad ascoltare il leader M5s arrivato con mezz’ora di ritardo c’erano poche centinaia di persone. Gli speaker hanno ingannato l’attesa facendo ascoltare della musica e invitando ad avvisare amici e conoscenti con il passaparola.

Parlando del Cavaliere, Grillo ha anche sottolineato che lo stesso ha detto che ”forse non andrà più nelle piazze, per un problema organizzativo”. ”Nessuno non ci va più n piazza – ha proseguito – e questi sono segnali da tenere presente”.

”Noi intanto – ha aggiunto – stiamo lì ad elaborare leggi come quella sul reddito di cittadinanza”. ”Magari non salviamo le imprese – ha concluso – ma salviamo le persone che per tre anni potranno contare su un reddito, e per questo i soldi ci sono”.