Beppe Grillo, V-day a Genova: invasione 5 Stelle, attese oltre 100mila persone

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Dicembre 2013 8:45 | Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2013 9:16

Beppe Grillo, V-day a Genova: invasione 5 Stelle, attese oltre 100mila personeGENOVA – All’arco della Vittoria nell’omonima piazza genovese a fare il primo VDay dell’era parlamentare del Movimento 5 Stelle. Dopo il debutto di Bologna nel 2007 e il bis di Torino del 2008, è dunque arrivato anche per Genova, patria natale di Beppe Grillo, il momento di ospitare lo show politico del leader 5 Stelle che con quella ‘V’ promette di cantarle a tutti. L’appuntamento sotto la Lanterna è stato organizzato nei minimi particolari dal Movimento che ha affittato i 1.140 posti auto di un parcheggio adiacente alla manifestazione stipulando anche un’assicurazione per le aiuole di piazza della Vittoria e assicurando una protezione con un materiale contro l’usura i tronchi degli alberi.

Ma ne varrà la pena, assicurano gli organizzatori: sono infatti attesi a Genova oltre 100 mila grillini che si aspettano di trovare oltre a Grillo, il ‘guru’ del Movimento Roberto Casaleggio ma anche Dario Fo e Paul Connett, lo scienziato Usa e precursore della strategia dei rifiuti zero. Dal Movimento filtra anche la notizia di un possibile collegamento audio-video con Julian Assange, artefice delle rivelazioni di Wikileaks che dal suo rifugio dell’ambasciata ecuadoriana di Londra dovrebbe comparire sul maxischermo per benedire il ‘Fuck it’ meeting genovese e suggellare così un matrimonio internazionale con movimenti politici spontanei non strutturati.

Un appello alla partecipazione arriva via twitter da Paolo Becchi, l’ideologo del M5s. “Pentastellati di tutta Italia, Genova vi aspetta numerosi domani in piazza della Vittoria, la nostra Vittoria, perché noi siamo già oltre”, dice riprendendo lo slogan scelto per la kermesse genovese. La partecipazione sarà comunque molto alta: al momento sono infatti attese tra le 100 e le 150 mila persone mentre discreto sembra possa essere il servizio d’ordine garantito da un centinaio di poliziotti che controlleranno principalmente gli accessi alla piazza.