M5S, “Grillini sono di destra, delusi da Pdl e Lega”

Pubblicato il 25 Ottobre 2012 12:29 | Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre 2012 13:44
Beppe Grillo “prende voti dai delusi di Pdl e Lega”

ROMA – Beppe Grillo “piace”, prende voti dai “delusi di Pdl e Lega” e dal popolo dell’astensione. E ormai non si può più dire che i suoi elettori si formano solo sul web, dopo l’avventura in Sicilia. Lo scrive il giornalista Giuliano Santoro nel libro “Un grillo qualunque”.

Nel libro si legge che “una grande parte dei voti al M5S arriva dagli orfani del Pdl e della Lega, frustrati dalla crisi di Berlusconi e Bossi e dalla condizione economica”. Solo così si “spiegherebbe l’accanimento di alcuni candidati a 5 Stelle su tematiche tipiche della Destra, come la chiusura dei campi rom o la protesta fiscale”. Ma non solo. “Un’altra parte proviene dall’astensione”. Senza contare che nel 2013 voteranno per la prima volta migliaia di giovani, gli stessi che “non hanno una provenienza definita, almeno dal punto di vista del pedigree elettorale”. Attenzione però, non è così vero che il sodalizio tra votanti e Grillo avvenga solo attraverso la Rete.