Politica Italia

Berlusconi a Matteo Renzi: “Avanti con le riforme, Costituzione da riscrivere”

Berlusconi a Matteo Renzi: "Avanti con le riforme, Costituzione da riscrivere"

Silvio Berlusconi (Foto LaPresse)

ROMA – “Auguri a Matteo Renzi, ma ora andiamo avanti con le riforme e cambiamo l’assetto Costituzionale. Silvio Berlusconi prende la parola dopo l’incontro con il premier incaricato durato oltre un’ora e mezza. Per Berlusconi serve un nuovo assetto: dalla riforma del Senato a maggiori poteri al premier, perché l’Italia sia un “paese governabile“.

Berlusconi all’uscita dell’incontro con Renzi ha sottolineato la necessità di riforme e soprattutto della approvazione di una nuova legge elettorale“Il Paese ha bisogno di diventare un Paese governabile. Abbiamo discusso della necessità di approvare secondo i tempi previsti la legge elettorale su cui non ci sono possibilità di cambiamento. Credo che sia assolutamente importante rivedere l’assetto costituzionale e dare al presidente del Consiglio gli stessi poteri che ha questa figura nelle altre democrazie”

Il leader di Forza Italia ha poi aggiunto: “Sulle riforme e su lavoro, fisco, giustizia abbiamo dato al presidente incaricato la nostra assoluta disponibilità a lavorare insieme. Sulla gestione normale siamo opposizione: se i provvedimenti saranno favorevoli ai cittadini, bene, altrimenti diremo no. Già per arrivare ad un accordo c’è stata una discussione sofferta e noi abbiamo aderito a delle richieste, quelle ad esempio sugli sbarramenti, che sono scesi a dei livelli che noi pensavamo non dovessero essere così bassi”.

Parlando del nuovo assetto costituzionale, Berlusconi spiega: “Serve l’elezione diretta del Presidente della Repubblica da parte dei cittadini, è una riforma nella quale crediamo. Abbiamo concordato la riforma costituzionale del Senato, c’è l’esigenza immediata e assoluta di avere una sola Camera che approvi i disegni di legge ridotta nel numero di componenti. Lo avevamo fatto ma poi un disgraziato referendum sostenuto dalla sinistra annullò le riforme. Questa nuova Camera deve avere un tempo massimo per approvare le leggi, io propongo 120 giorni”.

Il leader di Forza Italia ha fatto poi i suoi auguri a Renzi: “Auguriamo buon lavoro al premier incaricato e al suo team, siamo anche d’accordo per un ringiovanimento della squadra di governo. Oggi ho incontrato un premier che ha la metà dei miei anni e questo è un buon segnale anche per il rinnovamento della classe dirigente”.

To Top