Berlusconi e quella forte la tentazione di dire addio alla politica

Pubblicato il 6 ottobre 2012 10:05 | Ultimo aggiornamento: 6 ottobre 2012 10:05

ROMA – Per Silvio Berlusconi è tempo di dire addio alla politica? Per adesso è solo un’ipotesi che l’ex premier ha confidato a pochi “intimi” prima di lasciare l’Italia per volare a Mosca ai festeggiamenti del fine settimana per i sessant’anni dell’amico Putin.

Solo un’ipotesi che però Berlusconi sta prendendo in seria considerazione. Un passo di lato, più che indietro. Destinato a favorire uno scenario impensabile fino ad oggi e ignoto alla quasi totalità dei dirigenti di quella barca alla deriva che è ormai il Pdl, verso l’azzeramento dei vertici.

Scrive Carmelo Lopapa per Repubblica:

Il Cavaliere pensa a rinunciare non solo alla corsa alla premiership, per la quale sa di non avere chance, fosse pure alla guida di una formazione con simbolo e nome nuovi di zecca. Ma anche alla candidatura in Parlamento, a un seggio alla Camera o al Senato. Lasciare il campo, va da sé, non vorrebbe dire rinunciare alla tutela degli interessi personali, degli ingenti affari del suo impero, e neanche alla protezione dalle grane giudiziarie che ancora lo insidiano.