Il Pdl attacca: “O questo governo Berlusconi o il voto”

Pubblicato il 11 Novembre 2010 17:28 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2010 17:31

Dopo il fallito vertice tra Bossi e Fini il Pdl va avanti all’attacco: o si continua con questo governo Berlusconi o si va al voto. Niente governi tecnici, dunque, niente Berlusconi bis (come pure ipotizzato dallo stesso Senatur) e niente mediazioni. O così, o si vota.

”I Coordinatori, i Capigruppi e la Delegazione del Pdl  al governo, in questo momento politico, con posizione compatta e coesa ritengono inaccettabile che la legislatura possa proseguire con un differente premier e un differente Governo”. E’ quanto si legge nella nota diffusa al termine della riunione del Pdl alla Camera.

”Chiunque voglia coltivare ipotesi diverse – viene ancora sottolineato – dovrà passare dall’inequivocabile verdetto della sovranità popolare”.

Poco prima della diffusione del comunicato il cordinatore Ignazio La Russa aveva detto: ”Il Pdl è compatto. Berlusconi non deve dimettersi e comunque siamo contrari ad un esecutivo che non sia guidato dal Cavaliere. La nostra soluzione? La prosecuzione senza escludere un allargamento della maggioranza”.

”Il Pdl non aspetta le decisioni di Fini e Bossi – ha detto ancora La Russa – Solo un ottimista poteva pensare che dalla riunione uscisse qualcosa”.