Berlusconi: “Carlo Cottarelli sarà nel mio Governo”. Ma l’ex commissario alla spending review smentisce

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 febbraio 2018 14:00 | Ultimo aggiornamento: 13 febbraio 2018 14:36
Il jolly di Berlusconi per il suo Governo: Carlo Cottarelli

Berlusconi: “Carlo Cottarelli sarà nel mio Governo”. No comment dall’ex commissario alla spending review

ROMA – “L’ho sentito ieri e si è dichiarato disponibile, sarà uno di quelli che sarà nella nostra squadra di governo”. Così Silvio Berlusconi annuncia alla Confcommercio la disponibilità di Carlo Cottarelli alla guida di un ministero per la spending review. Ieri, invece, un piccolo giallo, con Carlo Cottarelli che smentiva all’Ansa di aver ricevuto alcuna proposta in tal senso.

Cottarelli: “Mai dato disponibilità a futuri governi”. “Ringrazio i partiti e i movimenti che mi hanno contattato in proposito, tuttavia la partecipazione ad un’attività di governo richiede la condivisione dei programmi concreti sulle cose da fare. Tale condivisione non può avvenire che dopo le elezioni. Vorrei quindi chiarire di non aver dato la mia disponibilità a nessun schieramento a partecipare in qualunque forma a un futuro governo”.

“Credo – aggiunge Cottarelli – che ogni cittadino debba sentirsi onorato di servire il Paese contribuendo all’attività di governo”. Al momento, però, “continuo a svolgere il mio ruolo di visiting professor” alla Bocconi e “di direttore dell’Osservatorio sui conti pubblici. In questa veste continuerò a commentare in modo imparziale il dibattito sui conti pubblici”.

Cicchitto: “Con Cottarelli, addio coperture”. “Se Berlusconi nomina Cottarelli ministro del Tesoro corre il rischio che buona parte delle sue proposte, quelle di Salvini quelle del M5s e magari anche qualcuna del Pd saltino per assenza di copertura. Lo afferma l’esponente dei Civici Fabrizio Cicchitto.