Berlusconi: “Celebriamo il 18 aprile del 1948 per non dimenticare il passato”

Pubblicato il 18 Aprile 2011 19:24 | Ultimo aggiornamento: 18 Aprile 2011 19:47

MILANO – ''Se celebriamo oggi il 18 aprile del 1948 non e' per fare dell'archeologia politica o per inseguire i fantasmi del passato. Lo facciamo innanzi tutto perche' un popolo che dimentica i drammi del suo passato e' condannato a ripeterli. E poi perche' l'intuizione politica dei partiti democratici di allora, di tutti i partiti laici e cattolici, e' ancora valida oggi e conserva intera la sua lezione''. Lo ha detto il presidente dl consiglio Silvio Berlusconi in un messaggio letto ad un convegno del Pdl a Milano per un'iniziatica elettorale. ''E' l'intuizione – ha aggiunto – che lega la legittima aspirazione individuale verso il lavoro, la proprieta', l'emancipazione, il benessere e la libera intrapresa alle sorti generali della liberta', agli assetti istituzionali di una democrazia occidentale''. .