Berlusconi decaduto firma emendamento al dl lavoro in Senato. Idea Mussolini

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Maggio 2014 13:21 | Ultimo aggiornamento: 2 Maggio 2014 13:24
Berlusconi decaduto firma emendamento al dl lavoro in Senato. Idea Mussolini

Berlusconi decaduto firma emendamento al dl lavoro in Senato. Idea Mussolini (foto LaPresse)

ROMA – Emendamento al dl lavoro presentato in Senato.  Prima firma Silvio Berlusconi. Che però senatore non è più visto che è decaduto causa legge Severino e interdetto dai pubblici uffici causa condanna per frode fiscale nel processo Mediaset. A presentare l’emendamento con la firma provocazione è una delle fedelissime di Berlusconi, Alessandra Mussolini che spiega:

“La prima firma sarà quella di Berlusconi, mica vorranno censurarlo anche qua?”

La nipote del duce che è capogruppo di Forza Italia in Commissione Lavoro, quindi, spiega il senso dell’emendamento. Secondo lei il testo, nel passaggio alla Camera si è “fornerizzato” e rende difficile l’accesso dei giovani al lavoro. Da qui l’emendamento che, spiega,

“Oltre alla fascia dei 15-29 sulla defiscalizzazione dei neoassunti, sposta la fascia sugli inoccupati e disoccupati di lunga data”

Ma l’emendamento Berlusconi è solo la punta dell’iceberg. Forza Italia, in tutto, ne ha preparati una trentina.