Di Pietro: “Modificare la Costituzione? Il modello Berlusconi è quello corretto del fascismo”

Pubblicato il 16 Giugno 2010 12:33 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2010 12:41

Antonio Di Pietro

Antonio Di Pietro, leader dell’Italia dei Valori, replica alle dichiarazioni di Berlusconi sulla necessità di modificare la Costituzione.”I nostri padri costituenti ci avevano visto giusto, per allora e per ora, se è vero, come è vero, che avevano stabilito quell’assetto Costituzionale proprio per evitare che tornasse il fascismo”.

“Infatti – prosegue – il modello Berlusconi altro non è che un modello rivisto e corretto del regime di Mussolini con l’aggiunta del piduismo di Licio Gelli. L’assetto Costituzionale é stato concepito proprio per impedire che centri di poteri occulti potessero impadronirsi del nostro Paese e della democrazia. Proprio per questo, oggi più che mai, il quadro di riferimento della nostra Carta costituzionale è irrinunciabile e insostituibile”.