Ghedini e Longo: “Da Berlusconi mai un soldo a Lavitola”

Pubblicato il 4 agosto 2012 13:22 | Ultimo aggiornamento: 4 agosto 2012 15:09
lavitola

Valter Lavitola

ROMA – Silvio Berlusconi non ha versato neppure un centesimo a Valter Lavitola. E’ la posizione di Niccolò Ghedini e Piero Longo, avvocati dell’ex premier, sull’affare Lavitola, l’ex direttore dell’Avanti accusato proprio di estorsione ai danni di Berlusconi.

”In relazione agli articoli concernenti un’ipotesi estorsiva commessa ai danni del Presidente Berlusconi – dichiarano gli avvocati – si deve precisare che mai alcuna somma è stata erogata al dott. Lavitola o a suoi incaricati. Del resto non vi era alcun motivo per farlo non essendovi il benché  minimo argomento con il quale Lavitola potesse esercitare pressioni nei confronti del Presidente Berlusconi”.

Secondo Ghedini e Longo ”desta altresi’ grande stupore l’ipotesi di indagare l’avvocato Sammarco che proprio a tenore di quanto si legge, si sarebbe limitato a esercitare i poteri e i doveri di difensore. Infine non si può non rilevare ancora una volta come sia comunque incomprensibile che di tali vicende si possa ritenere competente territorialmente la Procura di Napoli”.