Berlusconi su ForzaSilvio.it: “Darò battaglia a chi vuole distruggere Pdl”

Pubblicato il 23 Giugno 2010 12:20 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2010 12:33

Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi

Incrinare l’unità del Pdl intorno al leader scelto dal suo popolo “sarebbe un errore imperdonabile, è una prospettiva a cui mi opporrò con tutte le forze sicuro di interpretare la volontà della nostra gente. Anche la tua, caro Nino”.  Silvio Berlusconi, sul sito ‘ForzaSilvio.it’ risponde ad un “internauta” di Empoli che dice di credere solo nel premier e di avere invece dubbi sul partito.

Sia la domanda di Nino che la risposta del premier sono in ‘voce’: “Mio caro – dice Berlusconi – il nostro non è un partito. E’ un grande movimento di popolo in cui siamo tutti orgogliosi di riconoscerci, e io per primo. Il Popolo della Libertà invece è un movimento che si rivolge a tutti. Siamo diversi dai vecchi partiti dominati dalla nomenclatura. In primo luogo perché è nato dal basso per volontà della nostra gente il 2 dicembre 2006 quando portammo in piazza San Giovanni 2 milioni di italiani contro il governo di Prodi e della sinistra ed unimmo per la prima volta le bandiere di Forza Italia e di Alleanza Nazionale in difesa della libertà contro l’oppressione fiscale, contro l’oppressione burocratica, contro l’oppressione giudiziaria”.

“E’ la stessa gente – afferma Berlusconi – che si è recata nei gazebo in tutte le piazze d’Italia per decidere il nome del nostro movimento e ha scelto invece che il nome Partito della Libertà quello di Popolo della Libertà. Un movimento che la nostra gente ha voluto guidato da un leader quale espressione di grande unità politica e di democrazia diretta. E proprio questa unità ha dato al nostro Governo la forza di fare nel modo più efficace la crisi economica e porre l’Italia al riparo della speculazione con scelte che sono sagge e lungimiranti”.

“Incrinare questa unità – conclude il premier – sarebbe un errore imperdonabile, è una prospettiva a cui mi opporrò con tutte le forze sicuro di interpretare la volontà della nostra gente”.

I fan rilanciano e il premier risponde:  “I giudici politicizzati e la stampa che fa il tifo per la sinistra mi lanciano attacchi infondati che hanno lo scopo evidente di sommergere con le calunnie i risultati positivi del governo e i miei personali”. Lo dice il premier Silvio Berlusconi rispondendo alle domande dei suoi “fan” sul sito.

Berlusconi promette poi che  “il ponte sullo stretto di Messina è un’opera epocale che si farà”.  “In realtà i lavori per il ponte – dice il premier – sono già cominciati nel mese di dicembre con il disboscamento delle aree dove sorgeranno i piloni. Sarà un’impresa epocale, che certo non potrà essere realizzata in uno schioccare di dita”.

“Il precedente governo di centrosinistra, in un Consiglio dei ministri di cinque minuti – ha detto sul sito ForzaSilvio.it – aveva azzerato un lavoro di cinque anni: Prodi annullò tutto accettando le richieste dei verdi, che non volevano disturbare le rotte dei delfini e degli uccelli migratori”. “I timing dell’opera – dice ancora Berlusconi – dovrà tenere conto delle disponibilità finanziarie pubbliche che a loro volta sono condizionate dalla crisi economica mondiale. Ma il ponte andrà avanti e sarà un’ opera che esalterà l’eccellenza italiana”.