Berlusconi anti-gay? Guzzanti: “Messaggio elettorale preciso, altro che gaffe”

Pubblicato il 2 Novembre 2010 19:33 | Ultimo aggiornamento: 2 Novembre 2010 20:17
paolo guzzanti

Il senatore Paolo Guzzanti

Per Paolo Guzzanti “quella di Berlusconi sui gay non è una gaffe, è un messaggio studiato, efficace, diretto ai suoi elettori. E’ già un messaggio elettorale”. Lo ha detto ai microfoni di CNRmedia il senatore del Partito Liberale Italiano, fuoriuscito dal Pdl nel 2009.

“E’ una frase che ha una presa popolare e il messaggio è molto semplice: meglio puttaniere che frocio. Ed è un messaggio rivolto a tanti italiani, uomini e donne. Non dimentichiamo che i fan della sessualità selvatica, e selvaggia, di Berlusconi, sono gli uomini che vorrebbero avere i suoi soldi e le sue donne, ma anche le donne stesse. Non tutte, ovviamente, ma tante. Che dicono ‘con i tempi che corrono almeno a questo piacciono le donne’. Ricordo le battute quando emerse lo scandalo di Marrazzo, quelli del centrodestra a dire ‘almeno noi non andiamo con i travestiti’. La battuta di Berlusconi aveva un obiettivo preciso” ha concluso Guzzanti.