Berlusconi: “Gianni Letta non al Quirinale per colpa di Casini e Monti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Novembre 2013 13:18 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2013 13:18
Berlusconi tra Monti e Casini

Berlusconi tra Monti e Casini (foto LaPresse)

ROMA – Il rimpianto di Berlusconi è non avere Gianni Letta presidente della Repubblica. Tutto per colpa del “centrino” di Mario Monti e Pier Ferdinando Casini.

Spiega  Berlusconi in un passo del prossimo libro di Bruno Vespa “Sale, zucchero e caffè. L’Italia che ho vissuto da nonna Aida alla Terza Repubblica”:

“Da parte dei nostri, lo escludo. Purtroppo Monti, Casini e Fini hanno creato un “centrino”, che ci ha sottratto il 10 per cento dei voti dei moderati. Senza questa loro sciagurata iniziativa, avremmo vinto in carrozza le elezioni e adesso saremmo ospiti del dottor Letta al Quirinale”.

La considerazione di Berlusconi arriva, a proposito dell’ipotesi che nasca in Italia una forza centrista affiliata al Ppe.