Berlusconi intercettato: “Stasera ho due bambine, giornalista e brasiliana”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Marzo 2015 18:11 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2015 18:16
Berlusconi intercettato: "Stasera ho due bambine, giornalista e brasiliana"

Berlusconi intercettato: “Stasera ho due bambine, giornalista e brasiliana”

MILANO – “Questa sera ho due bambine, una brasiliana e una napoletana molto simpatica”. A dirlo è Silvio Berlusconi a Gianpaolo Tarantini in una delle migliaia di intercettazioni del processo sulle escort che sarebbero state portate, secondo l’accusa, da Tarantini nelle residenze dell’ex presidente del Consiglio.

Le trascrizioni delle intercettazioni state depositate a Bari dai magistrati e saranno parte integrante del processo. Berlusconi spiega che per quella sera sarà con Carlo Rossella e Fabrizio Del Noce, “siamo vecchietti ma di potere”. E quindi parla di “bambine”, espressione che usa per riferirsi a ragazze molto giovani, ma comunque entrambe maggiorenni.

Questa una delle intercettazioni riportate da Giuliano Foschini e Gabriella De Matteis per Repubblica:

Voce (Tarantini G.): .. Presidente, mi scusi se l’ho richiamata..; no, solo per dirle che mi ha chiamato Francesca, e chiedeva se poteva portare 2 amiche molto carine, amiche sue..
Voce (Berlusconi S.): .. molto?
Voce (Tarantini G.): .. carine, mi ha detto..
Voce (Berlusconi S.): .. molto belle?
Voce (Tarantini G.): .. molto belle..; sta in palestra con queste due, dice che poi usciva e veniva..
Voce (Berlusconi S.): .. io penso di sì.., noi siamo messi così, come uomini..
Voce (Tarantini G.): .. sì..
Voce (Berlusconi S.): .. tu, io..
Voce (Tarantini G.): .. sì..
Voce (Berlusconi S.): .. poi, Carlo Rossella, Presidente di Medusa..
Voce (Tarantini G.): .. sì..
Voce (Berlusconi S.): .. ehh Fabrizio Del Noce, ehh.. direttore di Raiu-no, e un Responsabile di tutta la fiction Rai..
Voce (Tarantini G.): .. benissimo..
(Berlusconi S.): .. sono persone che possono far lavorare chi vogliono..
Voce (Tarantini G.): .. va bene..
Voce (Berlusconi S.): .. ecco, quindi, le ragazze hanno l’idea di essere di fronte a uomini che possono decidere..
Voce (Tarantini G.): .. perfetto..
Voce (Berlusconi S.): .. del loro destino, quindi (incomprensibile); ecco, l’unico ragazzo sei tu, gli altri sono dei vecchietti..
Voce (Tarantini G.): .. (ride)
Voce (Berlusconi S.): .. però hanno molto potere..
Voce (Tarantini G.): .. (ride) va bene..
Voce (Berlusconi S.): .. eh? allora gli dici..
Voce (Tarantini G.): .. gli dico di sì..
Voce (Berlusconi S.): .. io, io, io, anch’io non avevo voglia..; io c’ho due bambine piccole, che è tanto che non vedo.., per cui, una fa.. la, la, la.., la giornalista in Rai.. ehh.. in Mediaset.., allo sport, è una napoletana molto simpatica, molto dolce.., e un’altra bambina di 21 anni, brasiliana, che un po’ mi ha.., che mi ha pianto al telefono, dicendomi che l’avevo dimenticata, e allora la faccio venire..; ma insomma, senza.., senza peso.

L’audio delle intercettazione dal sito di Repubblica:

Non è l’unica intercettazione di Berlusconi finita sui giornali. In un’altra conversazione Berlusconi si sfoga con Tarantini. E’ il 3 maggio 2009, è il momento in cui si parla di Veline nelle liste di Forza Italia e Berlusconi non gradisce:

Queste due bufale (incomprensibile) messe in giro veramente è una cosa pazzesca.., vedo su tutte le agenzie internazionali sono accusato di frequentare delle ragazze minori, roba da matti». E continua: «Non c’è una velina nelle mie liste…i prototipi a cui (incomprensibile) si chiamano Carfagna, si chiamano Gelmini.., si chiamano Prestigiacomo, si chiamano Ravezzo.., si chiamano Bergamini.., si chiamano coso.., tutte le mie parlamentari sono le migliori della Camera.., 98.8% di presenza al voto..; cioè».

 «Dicono – aggiunge il Cav – che per rinnovare la classe politica dobbiamo mettere delle donne, e quando uno fa un timido accenno a mettere delle donne, 3 donne.., su 72 deputati.., eh.., 3..; poi le altre fanno schifo perché si chiamano.., sono come la Rosy Bindi.., no?».

L’angioletto e il colpo della strega. Ancora prima, il 23 settembre 2008 Silvio Berlusconi confida a Gianpaolo Tarantini di avere mal di schiena, “il colpo così detto della strega..” e l’imprenditore barese gli dice “le mando un angioletto, così le faccio passare il colpo della strega..”. Proposta alla quale Berlusconi risponde con un “appunto”, convinto che “la strega non prevarrà”. L’ex premier elenca allora a Gianpaolo Tarantini tutti i suoi impegni della giornata.

“Ho fatto il consiglio dei ministri, io ed Elvira, – dice – con cui ho approvato, niente, in un tempo abbastanza ristretto, la Finanziaria per 3 anni.., che presenteremo in Parlamento, senza l’assalto alla diligenza che si è sempre verificato nella storia della Repubblica..; quindi, una cosa epocale..;”. Ma subito il Cavaliere cambia argomento. “Allora, stasera? Porterei una, 2, 3 ragazze, da parte mia..”