Berlusconi, la Lega chiede di staccare la spina

Pubblicato il 7 Novembre 2011 - 21:31 OLTRE 6 MESI FA

MILANO, 7 NOV – Un invito a prendere atto che se la maggioranza non ha piu' i numeri e' ''inutile accanirsi'', come evidenziato ieri dal ministro Roberto Maroni, ipotizzando scenari alternativi che abbiano comunque come unico riferimento l'attuale maggioranza fondata sull'asse Pdl-Lega. Sarebbe stato questo l'oggetto dell'incontro pomeridiano fra Roberto Calderoli e Silvio Berlusconi ad Arcore. E l'emissario leghista, secondo fonti di via Bellerio, avrebbe comunque trovato un premier determinato ad andare avanti senza cambiamenti.

Il messaggio consegnato dalla Lega a Berlusconi, come confermato da alcune fonti del Carroccio, e' stato in linea con le valutazioni espresse ieri sera dal ministro dell'Interno. Con la richiesta di ''non accanirsi'' ad andare avanti se davvero una maggioranza non c'e'. E confermando l'indisponibilita' della Lega a entrare in un governo con una maggioranza diversa da quella votata dagli elettori.

Non e' invece chiaro se il messaggio recapitato da Calderoli contenesse anche un invito esplicito al premier a lasciare il posto a un successore da lui indicato sempre nell'ambito del Pdl. Ieri Maroni aveva detto che non sta alla Lega decidere in questo senso, ma a Berlusconi stesso.

Alcune fonti leghiste oggi hanno accreditato invece come concreta la richiesta di un passo indietro. ''Sulla mia visita ad Arcore – ha pero' subito replicato lo stesso Calderoli – stanno circolando notizie prive di fondamento''.