La stampa estera si scandalizza sul Cavaliere: El Pais “Berlusconi dichiara guerra ai giornali e alla Chiesa”

Pubblicato il 29 agosto 2009 11:05 | Ultimo aggiornamento: 29 agosto 2009 11:22

berlusconiIl Times parla di rapporti profondamente raggelati tra Silvio Berlusconi e la Santa Sede, El Pais parla addirittura di «guerra aperta tra Berlusconi, la stampa e la Chiesa», il direttore di Liberation, Laurent Joffrin, sottolinea come «I metodi del primo ministro italiano mostrano un disprezzo assoluto delle regole democratiche» e il vice presidente di Le Monde, Laurent Greilsamer afferma laconico: «Un Presidente contro un Giornale: sembra una brutta favola. Si chiama scandalo».

Insomma la stampa estera torna a titolare a tutta pagina sul nostro presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Ed è tutto un susseguirsi di titoli del tipo “Berlusconi porta in giudizio i media europei dopo i servizi sugli scandali sessuali” o “Berlusconi fa causa dopo le accuse di scandalo”.

Questa volta, ovviamente, a suscitare tanto interesse è stata la denuncia fatta da Berlusconi a Repubblica per le 10 domande, l’attacco del Giornale a Dino Boffo e il gelo sceso tra Berlusconi e la Chiesa.

Anche l’ex presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, entra nel merito della questione, definendo un «errore inconcepibile» la decisione del premier di far causa a Repubblica. L’ex capo di Stato aggiunge: «Le cose strampalate chi le compie prima o poi le paga. Le gente non è così sciocca. Sa leggere bene il significato vero degli eventi, errori compresi. Oltretutto, si va a un processo sulle cose scritte e pubblicate? Bene. Con quale esito possibile, ridicolo a parte?».

A Ciampi pare «evidente il rischio d’una autocondanna. Voglio dire che quella querela contiene tutti i segni distintivi d’un passo falso per chi l’ha fatto».