Berlusconi: “Legge di stabilità? Sì, delle poltrone”. Brunetta: “Votiamo no”

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Novembre 2013 14:49 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2013 15:42
Berlusconi (Foto Lapresse)

Berlusconi (Foto Lapresse)

ROMA – La legge di stabilità? E’ garanzia di stabilità… per le poltrone. Silvio Berlusconi cassa, con una battuta, la Manovra finanziaria che verrà votata, con tanto di fiducia, martedì sera. E riprende i cavalli di battaglia del suo ultimo discorso in televisione: in Italia, manca lo stato di diritto, quello che è capitato a lui può capitare a chiunque.

“Io non ho paura ma tutti voi dovete essere missionari di libertà sui vostri territori per allargare il consenso a Fi. Vogliamo essere un Paese in cui nessuno possa temere per la propria libertà. Non viviamo in un Paese libero. Senza uno stato di diritto non c’è democrazia. Quello che sto passando io può capitare a tutti.”.

Poi, tornando sulla Legge di stabilità, Berlusconi ha detto: “Noi siamo seri, quindi aspettiamo il testo del maxiemendamento ma se resterà così com’è adesso voteremo contro. Se non tengono contro delle nostre richieste ci collocheremo all’opposizione“.

Renato Brunetta: Forza Italia voterà no. “Mettiamo a regime una patrimoniale e questo è dirimente e non ci permette di votare la legge di stabilità. Se dovessimo votarla come potremmo presentarci al nostro elettorato?” Lo ha detto il capogruppo di Fi Renato Brunetta nel corso della riunione dei gruppi.