Berlusconi fa la corte agli “impresentabili” M5S: “Con noi incasserete l’assegno intero…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 febbraio 2018 9:24 | Ultimo aggiornamento: 21 febbraio 2018 9:24
Impresentabili M5S, le lusinghe di Berlusconi: "Con noi indennità piena"

Berlusconi fa la corte agli “impresentabili” M5S: “Con noi incasserete l’assegno intero…”

ROMA – Da “impresentabili” a “nuovo responsabili”: sui futuri eletti in Parlamento senza casacca ufficiale – leggi i molti candidati M5S accusati di aver barato sui rimborsi o di essere iscritti alla massoneria – arriva l’abbraccio preventivo di Berlusconi che a domanda precisa ha risposto che certo non disdegnerebbe il loro voto.

“Non si dice mai di no a chi dice ‘Sottoscrivo il vostro programma’. Noi saremmo molto convenienti per loro – ha dichiarato al Corriere – perché potrebbero incassare interamente l’indennità parlamentare”. Una lusinga travestita da battuta che mette sull’avviso avversari e soprattutto alleati. Salvini e Meloni temono il cosiddetto inciucio non dovesse il centrodestra arrivare al 40%: nella partita post-voto si assisterebbe infatti a una imprevedibile scomposizione degli attuali gruppi parlamentari e i “nuovi responsabili” (erano la pattuglia di ex finiani che salvò il governo Berlusconi nel 2010) potrebbero essere decisivi. Immediate le reazioni.

Renzi: “Agli impresentabili offerta che non si può rifiutare”. “Agli impresentabili dei Cinque stelle, che eleggerà dei candidati impresentabili, gente che ha truffato, Berlusconi fa un’offerta che non possono rifiutare, è un’offerta quasi commerciale: dice ‘venite con noi, almeno avrete la legislatura piena’. Questo dovrebbe fare riflettere, il Movimento Cinque stelle può affannarsi a prendere le distanze da chiunque ma poi chi vota a Pesaro i Cinque stelle vota uno che ha fregato sui rimborsi e sarà oggetto delle avance di Berlusconi”.

Così il segretario del Pd Matteo Renzi a Circo Massimo su Radio Capital. “Noi abbiamo un’idea della politica diversa”, questa proposta “non è un inedito da parte di Berlusconi, il punto è che nella sostanza chi vota M5S vota queste persone qui. Io farò tappa in alcuni collegi dove il Movimento candida persone che se elette finiscono in bocca a Berlusconi”.

Di Battista: “Da Berlusconi mercato delle vacche preventivo”. “Berlusconi è già a caccia. Siamo al mercato delle vacche preventivo”. Così Alessandro Di Battista, ospite questa sera a Di Martedì in collegamento da Locri, commenta l’apertura di Berlusconi verso eventuali parlamentari del Movimento fuoriusciti. “Preferisco perdere due parlamentari – aggiunge – ma mantenere la coerenza e la durezza perché questo Paese ce lo hanno lasciato marcio”.