Berlusconi, messaggio ai finiani: “No a correnti travestite da fondazioni nel Pdl”

Pubblicato il 23 Giugno 2010 19:10 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2010 19:17

Silvio Berlusconi

Nuovo messaggio scritto del presidente Silvio Berlusconi a Gianfranco Fini e ai suoi. Nel Pdl, secondo il premier, non c’è spazio per le correnti, soprattutto “se mascherate da fondazioni”.

La precisazione di Berlusconi arriva attraverso una nota in cui il presidente del Consiglio scrive: ”Ribadisco ancora una volta di essere contrario a qualsiasi frammentazione del PdL, anche mascherata da fondazioni o associazioni che possono dare l’impressione di dar vita a correnti”.

”Il progetto che tutti insieme abbiamo concordato e approvato al congresso fondativo nel marzo 2009 – sottolinea il premier – è rimasto lo stesso e vede tutti noi convintamente uniti, senza distinzione di appartenenza riguardo ai rispettivi partiti di provenienza”.

”Il mio obiettivo – ricorda Berlusconi- è stato, è e resterà sempre quello di semplificare la politica italiana creando un grande partito dei moderati nel quale la maggioranza degli italiani, che non vuole tornare alla politica delle correnti e delle quote, si riconosce. Questo partito – conclude – si chiama Popolo della Libertà, un patrimonio straordinario che appartiene a tutti quanti noi e che non va dilapidato ma, anzi, consolidato”.