D’Alema: “Si faccia anche la legge elettorale”

Pubblicato il 14 Novembre 2011 10:25 | Ultimo aggiornamento: 14 Novembre 2011 10:32

Masimo D'Alema (LaPresse)

ROMA – ”Con le dimissioni di Berlusconi e l’incarico a Monti si apre una partita delicatissima tutta da giocare. Il governo Monti e’ un’occasione da utilizzare per uno sforzo di rilegittimazione della politica. Se si coglie l’occasione per mettere mano a riforme significative, il ruolo della politica ne sara’ rilanciato”. E’ quanto afferma in un colloquio con l’Unita’ l’esponente del Pd Massimo D’Alema, che sottolinea la necessita’, accanto alle riforme economiche, di una nuova legge elettorale.

”Le forze politiche non possono rinunciare al loro ruolo, devono fare una legge elettorale in grado di rispondere alla richiesta di cambiamento, e cioe’ una legge elettorale di tipo europeo”, sostiene D’Alema. ”Noi vogliamo essere protagonisti di questo dibattito per dare una risposta alla domanda seria di riforme che viene dal Paese. E dovremmo cercare di dare una mano al governo anche in questo modo, avviando un processo riformatore”. Il presidente del Copasir, si dice ”abbastanza colpito” dalla tenuta mostrata in questa fase dalla coalizione del Pd con Sel e Idv. Sia Di Pietro che Vendola, osserva, si sono dimostrati leader di forze ”che vogliono collaborare, non porre ostacoli”.