Berlusconi: naso fratturato, due denti rotti, 20 giorni di prognosi

Pubblicato il 14 Dicembre 2009 17:49 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2009 17:49

Naso fratturato, due denti rotti, nutrizione difficoltosa, mal di testa e 20 giorni di prognosi: questo il referto medico di Silvio Berlusconi, dopo l’aggressione di domenica sera in piazza Duomo a Milano, a conclusione del comizio del Pdl.

Il premier, vittima del gesto di uno psicolabile, Massimo Tartaglia, resterà per ora nelle mani dei medici dell’ospedale San Raffaele di Milano dove è stato subito ricoverato.

«Domani decideremo ma non è detto che venga dimesso, nel senso che le conseguenze sono più gravi di quello che potevamo dire ieri sera: per cui non si parla assolutamente di dimissioni per le prossime 24 o 36 ore», ha affermato il primario e medico di fiducia, Alberto Zangrillo.

«Il presidente del consiglio – ha proseguito – si nutre a fatica ed è sottoposto a terapia antibiotica e analgesica. L’intervento chirurgico – ha detto – è stato scongiurato».