Berlusconi ottimista: “Molti di Fli torneranno con noi”

Pubblicato il 29 Dicembre 2010 18:57 | Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre 2010 19:31

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi torna all’attacco delle presunte trame contro il suo esecutivo. E insiste nel suo ottimismo sulla governabilità. All’indomani dello scetticismo espresso da Bossi, che parla di “palude romana” e di “voti che scarseggiano”, il premier si dice sicuro che molti di Futuro e libertà torneranno nella maggioranza. “Continueremo a lavorare con il sostegno della maggioranza degli italiani”.

“Nonostante – dice – l’operazione di Fini abbiamo mantenuto la maggioranza e stiamo acquisendo i deputati che si trovano in disagio assoluto perchè si sono trovati su un treno guidato da Bocchino, Granata e Briguglio che li porta in un destinazione diversa: all’opposizione”. “Molti parlamentari – aggiunge il presidente del Consiglio – torneranno indietro, così come altri parlamentari con senso di responsabilità verranno a sostenere la maggioranza per dare a questo governo la possibilità di governare.

”Diversi parlamentari di Fini si trovano in un disagio assoluto – continua – Sono saliti su un treno che va in una direzione contraria, verso sinistra, e tra loro c’è una certa delusione”. ”Nonostante l’operazione di Fini, abbiamo mantenuto la maggioranza, considerevole al Senato e limitata alla Camera, ma coloro che erano grati a Fini per essere stati messi in lista ora si trovano in situazione di disagio assoluto”, ha tra l’altro detto il presidente del Consiglio Silvio. Per il premier, molti finiani si sono quindi trovati a passare da ”una situazione in cui potevano essere la terza gamba della maggioranza” ad una ”a guida Granata, Bocchino e Briguglio e sono all’opposizione”.

”E’ come salire su un treno per Parigi e ritrovarsi a Istanbul”, ha commentato. Il presidente del Consiglio ha sostenuto che Fli, ”alleato della sinistra”, ha scelto una posizione per cui ”non potra’ avere i voti dei moderati” che non sceglieranno un’alleanza con ”i loro avversari di sempre”.

”Sono ottimista e continuo ad esserlo per natura ma anche perché conosco la realtà politica del Paese – dice poi il Cavaliere – Ci siamo comportati come dovevamo in questi due anni e mezzo e vedo altrettanti due anni e mezzo di lavoro con l’approvazione delle riforme che renderanno piu’ moderno il Paese”.

”Credo che il governo abbia lavorato bene – prosegue Berlusconi – e che potra’ lavorare ancora bene. Non deluderemo gli italiani, sono ottimista. D’altronde – ha concluso – non ho mai visto un pessimista raggiungere dei risultati”.