“Caro Berlusconi, nessun pedaggio sul Gra”. Lettera di Zingaretti contro il piano Anas

Pubblicato il 13 Settembre 2010 17:07 | Ultimo aggiornamento: 13 Settembre 2010 17:29

Nicola Zingaretti

Il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, ha scritto una lettera di protesta al premier Silvio Berlusconi chiedendogli di bloccare l’introduzione del pedaggio sul Grande Raccordo Anulare.

Ecco il contenuto della lettera: ”Torno a scriverle in merito alla questione dei pedaggi sul Grande Raccordo Anulare. E’ di ieri la notizia di un bando di gara dell’Anas per l’installazione di una sorta di telepass che costringerà i cittadini a pagare i pedaggi senza doversi fermare ai caselli. Il bando riguarda anche il Grande Raccordo Anulare di Roma. Le chiedo, a questo proposito, di intervenire con ogni mezzo e con la massima tempestività per bloccare questo macchinoso piano pensato dal presidente dell’Anas”.

“Non solo perché Tar e Consiglio di Stato – prosegue Zingaretti – hanno già bocciato l’aumento del pedaggio sul Gra, una strada che non ha i requisiti europei per essere definita un’autostrada sottoposta a pedaggio, ma soprattutto perché questo ulteriore balzello andrebbe a colpire milioni di cittadini e in particolare le fasce più deboli della popolazione, già in difficoltà per l’attuale crisi economica. Mi auguro, signor Presidente del Consiglio, che lei possa scongiurare questa nuova tassa occulta, che in aggiunta non sarebbe neanche reinvestita nella mobilità del territorio romano. Le anticipo che, in ogni caso, la Provincia di Roma continuerà a battersi con ogni mezzo e in ogni luogo per impedire che qualcuno metta di nuovo le mani nelle tasche dei cittadini”.