Berlusconi: “Presto mi annulleranno la condanna”. Lettera ammiccante ai senatori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Agosto 2014 17:03 | Ultimo aggiornamento: 25 Agosto 2014 9:12

 

Berlusconi: "Presto mi annulleranno la condanna". Lettera sibillina ai senatori

Berlusconi in tribunale con l’avvocato Ghedini (foto Lapresse)

ROMA – “Presto mi annulleranno la condanna”: questo il messaggio che Berlusconi tra le righe ha mandato ai senatori di Forza Italia. Berlusconi ha inviato loro una lettera alla fine della votazione della legge sulle riforme costituzionali.

Queste le parole esatte usate da Berlusconi:

“Sono e sarò ancora vicino a voi per combattere e difendere la nostra libertà. Spero di poterlo fare a 360 gradi con il recupero, entro pochi mesi, della piena agibilità politica ed elettorale sottrattami con la sentenza del 1 agosto 2013”

Berlusconi ha poi parlato del governo e della posizione che occuperà in futuro Forza Italia:

“Il nostro movimento è diventato l’unica opposizione credibile a un governo che si è dimostrato fino qui incapace di tagliare le spese, di ridurre le tasse , di realizzare vere riforme strutturali in ambito economico Gli ultimi del Pil sono i peggiori da 14 anni e confermano la grave recessione”.

“Grazie al vostro impegno e alla vostra lealtà. Dopo mesi tormentati, Forza Italia è tornata ad essere protagonista”.

“Dopo la pausa estiva, dovremmo impegnarci a rendere gli italiani consapevoli della nostra azione di oppositori responsabili, disposti a lavorare con la maggioranza sulle riforme istituzionali solo se d’accordo sui singoli contenuti, ma determinati a batterci su una politica economica e fiscale alternativa a quella della sinistra”.

“Mi dedicherò anche alla rifondazione e al radicamento di FI, che deve tornare ad essere la bandiera di tutte le italiane e di tutti gli italiani che amano la libertà e vogliono restare liberi”.