“Berlusconi respinga le dimissioni di Fitto”: lo chiede il presidente della Provincia di Lecce

Pubblicato il 30 Marzo 2010 20:41 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2010 20:41

Antonio Gabellone

«Il ministro Raffaele Fitto, con la sua onestà intellettuale e la sua sensibilità ha compiuto un gesto sconosciuto a molte latitudini politiche, ossia quello di rimettere il mandato dopo una sconfitta, assumendosi la responsabilità elettorale della stessa». Lo afferma il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone.

«Lo ha fatto – aggiunge in una nota – con coerenza e coscienza, nonostante le responsabilità dei risultati delle Regionali non risiedano certamente o esclusivamente nella sua persona, ma vadano individuate e ripartite nell’intera classe dirigente del centrodestra e nei disegni sovraregionali che in Puglia hanno determinato situazioni elettorali e strategiche pre-costituite e volte a concretizzare al meglio e dichiaratamente la sconfitta della nostra coalizione».

«Il ministro Fitto, con il suo operato – insiste Gabellone – è stato sin qui punto di riferimento per il Mezzogiorno, per la Puglia e per il Salento; la sua azione politica e governativa è stata sempre indirizzata alla difesa e alla crescita dei nostri territori. Per questo motivo – conclude Gabellone – mi rivolgo al presidente del Consiglio dei ministri Silvio Berlusconi affinché respinga con forza e vigore, con nettezza, le dimissioni presentate dal ministro Fitto, dimostrando anzi l’apprezzamento che tutti dobbiamo al suo operato».