Caso Ruby, Bruti Liberati: “Nessun nuovo interrogatorio per la Minetti”

Pubblicato il 1 Febbraio 2011 12:44 | Ultimo aggiornamento: 1 Febbraio 2011 13:42

Nicole Minetti

Non ci sarà alcun nuovo interrogatorio del consigliere regionale Nicole Minetti da parte dei pm di Milano che indagano sul caso Ruby. E’ quanto ha fatto sapere il procuratore della Repubblica di Milano Edmondo Bruti Liberati in seguito a un colloquio avuto questa mattina con il difensore dell’ex igienista dentale di Silvio Berlusconi, l’avvocato Daria Pesce. La Minetti è stata interrogata domenica scorsa a sorpresa e le sue dichiarazioni messe a verbale sono state secretate.

L’avvocato Daria Pesce ha spiegato che ”se è il caso Nicole Minetti si farà reinterrogare dopo la chiusura delle indagini, con il deposito degli atti”. Interrogatorio, si ipotizza, che servirà per chiarire meglio la sua posizione soprattutto in relazione al ruolo che gli è stato contestato dalla procura che ha accusato la Minetti di favoreggiamento e induzione della prostituzione di ragazze maggiorenni e anche della minorenne Ruby. I pm di Milano, che considerano ‘esaustivo’ l’interrogatorio di Nicole Minetti avvenuto domenica scorsa, stanno quindi continuando a selezionare le carte e a preparare il fascicolo e la richiesta di giudizio immediato per il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, che, per la vicenda con al centro la giovane marocchina, è indagato di concussione e prostituzione minorile.