Berlusconi, Veronica Lario: “Addolorata e preoccupata”. La figlia Marina: “Chiedo discrezione”

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 5 Settembre 2020 11:14 | Ultimo aggiornamento: 5 Settembre 2020 15:59
Silvio Berlusconi e Veronica Lariom foto ansa

Berlusconi resterà al San Raffaele almeno 10 giorni. Nella foto Ansa, l’ex premier con l’ex moglie Veronica Lario

Berlusconi resterà al San Raffaele almeno una settimana- dieci giorni. In questo arco di tempo, i suoi polmoni dovranno affrontare la malattia impedendo che avanzi oltre lo stato precoce.

Berlusconi è stato colpito dal coronavirus e resterà all’ospedale San Raffaele di Milano una settimana-dieci giorni.

In questo arco di tempo, Zangrillo e i medici che lo hanno in cura sperano di riuscire a bloccare la malattia dallo stato “precoce” in cui si trova ora.

L’ex premier si era presentato in ospedale affaticato ma senza febbre.

Sperava di riuscire a tornare ad Arcore dopo poche ore per poter smaltire a casa i sintomi del Covid.

All’interno della villa, per lui era stato infatti ricavato uno spazio isolato: soggiorno con vista sulla parte nord del parco circostante e uso esclusivo della sala da pranzo adiacente.

La diagnosi del professor Zangrillo

Con i risultati della Tac ai polmoni sotto gli occhi,  Zangrillo si è però opposto al suo ritorno a casa.

La diagnosi immediata rimanda a una polmonite bilaterale, individuata per fortuna nella sua “fase precoce”.

Non c’è il pericolo immediato di finire in terapia intensiva ma nemmeno la serenità di poter rispedire il paziente a casa.

Anche perché Berlusconi a settembre compie 85 anni ed è affetto da patologie pregresse che già in passato l’hanno costretto ad alcuni ricoveri e sempre al San Raffaele.

Berlusconi ha quindi accettato di farsi ricoverare per, come detto nei vari bollettini fin qui emessi, per “fini precauzionali”. 

Veronica Lario: “Sono addolorata e preoccupata”

In un’intervista rilasciata a Repubblica parla Veronica Lario che si dice “addolorata e anche un po’ preoccupata”.

L’ex moglie gli ha fatto avere un messaggio di vicinanza e incoraggiamento – riferisce il quotidiano – quando ha saputo che l’ex premier era stato colpito dal virus. Ora aggiunge però di essere stata rassicurata dai figli.

La Lario dice a Repubblica di essere contraria alla “caccia al colpevole”, che rischia di mettere in secondo piano quanto di buono è stato fatto, fra l’impegno degli operatori sanitari e i tentativi risolvere i problemi di questi giorni, come il ritorno a scuola in sicurezza. 

Marina Berlusconi: “Discrezione sulla malattia di mio padre”

“Credo che la malattia di mio padre, come quella di qualunque altro essere umano, meriterebbe ben maggiore rispetto, discrezione e attenzione alla verità di quanto non legga e non ascolti in questi giorni”.

“Giorni segnati dalla ossessiva ricerca di conflitti che non esistono e da una caccia al ‘colpevole’ che lascia davvero sconcertati”.

A dirlo è la presidente di Fininvest Marina Berlusconi che interviene in relazione ad alcuni articoli di stampa di oggi e relativi al ricovero del padre, Silvio Berlusconi.

Per quanto mi riguarda – continua la dichiarazione di Marina Berlusconi – , mi vedo attribuiti non solo pensieri che non ho mai avuto e accuse che non mi sono mai sognata di formulare, ma addirittura parole e giudizi che non avrei mai avuto motivo di pronunciare”.

“Sarò un’ingenua, ma non riesco a rassegnarmi nel vedere così calpestati i sentimenti di familiari, amici veri, collaboratori leali”.

“Oltre, naturalmente, all’impegno dei medici che stanno seguendo come sempre mio padre con grande professionalità e umanità e che ci tengo ancora una volta a ringraziare”

Barbara Berlusconi: “Altro che movida a Villa Certosa…Pannolini, piuttosto!” 

Veronica Lario si dice contraria alla caccia al colpevole, Marina chiede discrezione. E l’altra figlia Barbara trova inaccettabile di essere finita nel mirino dei possibili untori del padre.

Barbara Berlusconi ha rotto il silenzio nella giornata di ieri. La figlia del leader di Forza Italia ha voluto specificare che “dopo tre tamponi e un test sierologico negativi è molto improbabile che papà abbia preso il Covid da me”.

“Lui è risultato positivo molto dopo, e ultimamente il periodo di incubazione del virus si è ridotto”, ha proseguito Barbara Berlusconi.

La figlia dell’ex premier ha contestato soprattutto le ricostruzioni sulla sua estate passata tra feste con poche precauzioni.

“Non ci sto a sentirmi dire questo e non mi riconosco in questa specie di ritratto. Non ho condotto alcuna vita sregolata in Sardegna”.

“Le volte che sono uscita la sera in tre mesi si possono contare sulle dita di una mano”.

Mai come quest’anno sono stata praticamente sempre a Villa Certosa: altro che movida…Pannolini, piuttosto!”.

“La caccia all’untore è una cosa da Medioevo – ha concluso Barbara Berlusconi – e la trovo umanamente inaccettabile oltre che scientificamente indimostrabile” (fonte: Repubblica, Corriere, Ansa).